Napoli ,Koulibaly e la sua vita nella città partenopea: “Qui sto benissimo, amo Napoli”

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli al suo settimo anno nel capoluogo partenopeo, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai colleghi dell’Equipe.

L’argomento principale all’interno dell’intervista di Koulibaly è stato il razzismo. Il giocatore ha dichiarato che se un giorno dovesse incontrare qualcuno che allo stadio, durante una partita di campionato grida “buu” , da vicino non avrebbe il coraggio di dirlo poichè non ha il coraggio. In Italia il razzismo è un argomento che frena i coloro che vogliono venire a giocare nel campionato italiano ma a Napoli, precisa il giocatore, è tutto diverso poichè nella città partenopea senti il calore e l’amore che trasmettono i tifosi.

Koulidu Koulibaly infatti parla anche dell’amore per la città partenopea, in città è trattato benissimo dai tifosi e dallo staff del calcio Napoli E’ oramai un idolo per il popolo azzurro che ogni domenica o durante le sfide di Champions lo esalta e lo protegge.

Infine puntualizza che è abituato ai cori razzisti provenienti da altre tifoserie ma, anche se fa male, questi cori li lascia scivolare trasformandoli in grinta durante la partita.

Infine parla anche dello scudetto e la lotta che vede come pretendenti la Juventus, il Napoli e l’Inter. Quest’anno, precisa il difensore azzurro, il campionato è molto bello e combattuto delle stagioni scorse e sicuramente noi ci impegneremo molto per vincerlo, dando il cuore in ogni partita.

Pure per l’argomento Champions Koulibaly ha sottolineato che i suoi compagni sono motivati a passare il turno il prima possibile ipotecando la qualificazione già nelle prossime gare contro il Salisburgo e il Liverpool.

Cosa ne pensi?