Manchester City Atalanta, filosofi del calcio al potere

MANCHESTER CITY ATALANTA/ Ci siamo. Questa sera all’Etihad Stadium di Manchester l’Atalanta dovrà affrontare la prima della classe in Champions, in una sfida che si preannuncia tanto spettacolare quanto pericolosa.

I nerazzurri arrivano dall’incredibile rimonta subita all’Olimpico e con qualche defezione importante in difesa e in attacco (Kjaer, Palomino e Zapata out), ma come ha sempre detto Gasperini la forza di questa squadra è la sua mentalità vincente.

Dall’altra parte però c’è l’esempio lampante di mentalità vincente assoluta: Pep Guardiola è l’allenatore più giovane e tra i più vincenti del calcio mondiale, nonché maestro di calcio da cui il tecnico di Grugliasco ha attinto conoscenze e segreti che gli hanno permesso finalmente di giungere faccia a faccia con il catalano.

MANCHESTER CITY ATALANTA: GASP E GUARDIOLA FILOSOFI AL POTERE

Una sorte adi allievo contro maestro, dove l’età anagrafica centra poco, perché nel calcio si cambia idea spesso, ma in pochi eletti attuano vere e proprie rivoluzioni. In principio fu Pep al Barcellona, dove quel Messi falso nueve creò disordini mentali e allo stesso tempo fece provare emozioni indescrivibili ai tifosi catalani.

Non solo l’argentino però, ma anche il resto della squadra ubbidì e concretizzò le idee rivoluzionarie del catalano, trionfando senza rivali per anni.

Fin dai tempi degli antichi le varie culture si copiavano, e così come è successo ra romani e greci, anche in Italia Gasperini cercò di apprendere dal tecnico catalano tuttei concetti di calcio migliori per poi attuarli nel difficile campionato italiano, da sempre visto molto tattico e rude per antonomasia.

Le rivoluzioni non partono mai tra i consensi generali, e per questo motivo anche Gasperini dovette soffrire e più volte ripensare all’efficenza del suo calcio. Se al Genoa trovò un primo abbozzo di calcio totale, all’Inter mancoò il tempo necessario per attuarlo, ma si sa, la fortuna aiuta gli audaci, e 3 anni fa l’Atalanta lo accolse a braccia aperte, mettendosi a completa disposizione.

Oggi siamo qui a parlare della Dea dei miracoli, passata da lottare per la salvezza ad essere diventata una certezza assoluta della Serie A, segno evidente che la mano dll’allenatore quando c’è si vede a tutto tondo.

In conferenza stampa però Gasperini ricorda “Guardiola non ha inventato niente, e neppure io, ho solo preso qua e là varie idee e assemblate in modo equilibrato“, come se fossero le idee a seguire certi allenatori e non viceversa, e forse vedendo come entrambi giocano a calcio, non è da escludere che una mano divina possa averli aiutati nei rispettivi cammini.

Giocare a viso aperto, calcio coraggioso, sfrontato, pressione alta e molta qualità: queste sono le caratteristiche di Manchester e Atalanta, e se ancora non ci è dato sapere chi avrà la meglio, possiamo star pur certi che la sfida tra filosofi verrà ricordata come esempio  lampante di divertimento, elemento per niente scontato nel calcio moderno.

Che vinca il migliore, perchè il calcio ha già vinto.

Leggi anche:

Hesgoal Manchester City Atalanta streaming tv gratis: LIVE DIRETTA

Hesgoal Juventus Lokomotiv Mosca streaming tv gratis: LIVE DIRETTA

 

Cosa ne pensi?