Juventus, debiti che sfiorano i 500 milioni di euro: bilancio che si fa preoccupante

I bilanci della Juventus sono sempre più in rosso. Come riporta l’analisi fatta da borsamagazine il primo anno con l’acquisto di Ronaldo è stato chiuso con un passivo di 464 milioni di euro. Un aumento di quasi 155 milioni rispetto all’anno precedente.

L’arrivo del portoghese certamente ha contribuiti a livello di marketing visto il numero di tifosi che ha iniziato a seguire la Juventus sia sui social che in durante le partite.

Per il bilancio del 2018/19 si attende il 19 Settembre dove il consiglio d’amministrazione della società provvederà a rendere pubblici i dati. Se volessimo stilare le prime somme con la semestrale di Exor, holding della famiglia Agnelli-Nasi, che detiene il 63,77 % della società calcistica. Il 30 Giugno 2018 il bilancio si è chiuso con una perdita di 40 milioni di euro e nei mesi successivi, il debito che si attestava a 309,8 milioni di euro, è salito di altri 154,2 milioni di euro che raggiunge un totale di 464 milioni di euro di debiti. Anche il patrimonio netto è diminuito, da 72 milioni si passa a 32 milioni. Una situazione che comincia a diventare pesante.

Il lato positivo è che i ricavi e fatturato hanno raggiunto cifre record, infatti sono saliti da 213 milioni di euro a ben 271 milioni di euro. Il 2018 si è chiuso con ricavi pari a 402,3 milioni di euro. Una crescita che potrebbe chiudere l’esercizio annuale sui 480 milioni di euro di ricavi.

Naturalmente la crescita c’è però non si può negare il debito eccessivo. Esperti analisti prevedono che l’esercizio 2019/20 di Exor, e di conseguenza della Juventus, si chiuderà nuovamente in perdita e dipenderà anche dalla Champions League di questa stagione.

Cosa ne pensi?