Serie C, il Catania supera la Casertana e consolida la posizione: le pagelle del match

Nella 37esima giornata di campionato il Catania torna a vincere mettendo a segno tre reti contro la Casertana firmate da Calapai, Reginaldo e Giosa continuando la corsa per i playoff. Al 4’ Golfo in zona centrale prova la conclusione dal limite dell’area, palla che finisce in rimessa dal fondo. Al 9’ dal limite area Golfo passa la palla a Calapai, tre uomini davanti a lui, prova la conclusione, cross sul primo palo e poi la rete. Auto goal di Avella, cross che sembrava innocuo e invece sblocca il parziale. Al 34’ Reginaldo all’interno dell’area, la finta e poi il destro con cui mette a segno la sua seconda rete con la maglia del Catania. Al 38’ punizione per il Catania, batte Dall’Oglio che conclude con un destro troppo alto. Al 43’ Golfo entra verso il centro, palla per Reginaldo, tre contro uno, attende Calapai all’interno dell’area; cross all’indietro per Golfo che prova la conclusione. Palla che si spegne sul fondo.

Al 54’ punizione dal limite dell’area per il Catania; Maldonado con quattro uomini in barriera, colpisce il palo ma la palla resta in area, allora prova Izco ma non trova lo specchio della porta. Al 56’ Welbeck dal limite dell’area, all’indietro per Dall’Oglio che passa a Reginaldo,prova il destro a giro ma finisce fuori per un soffio. Al 60’ Longo cerca la conclusione che viene parata però da Martínez. Al 74’ calcio d’angolo per il Catania battuto da Dall’Oglio. Reginaldo sul primo palo, Giosa sul secondo, palla per quest’ultimo che trova la rete. Al 92’ la Casertana ci prova con la conclusione di mezzo esterno di Longo. Palla che finisce sul fondo.

Catania 4-3-1-2

Martínez, Calapai, Silvestri, Giosa, Pinto (Zanchi 84’), Izco (Rosaia 65’), Maldonado, Welbeck (Vrikkis 84’), Dall’Oglio, Reginaldo (Manneh 76’), Golfo (Albertini 76’).

A disposizione:

Santurro, Borriello, Albertini, Sales, Claiton, Zanchi, Rosaia, Manneh, Volpe, Piccolo, Vrikkis.

Casertana 4-3-3

Avella, Hadziosmanovic, Ciriello, Carillo (Buschiazzo 70’), Del Grosso (Varesanovic 76’), Izzillo (Matese 20’), Bordin (Santoro 70’), Icardi, Longo, Castaldo (Rillo 76’), Cuppone.

A disposizione:

Zivkovic, Polito, De Vivo, Buschiazzo, Rillo, Matese, Varesanovic, Santoro, De Lucia, De Sarlo, Longo, Turchetta.

Le pagelle

Catania:

-Martínez 6: migliore prestazione nelle ultime cinque partite. Attento al gioco, si fa trovare sempre preparato nei contro piede degli avversari. Non subisce nessuna rete.

-Calapai 7,5: giocatore completo e versatile. Adatto in qualsiasi ruolo, mette a segno la prima rete che sblocca la partita.

-Silvestri 6,5: buona visione di gioco; difende bene l’area e crea occasioni goal che consentono di far salire la squadra.

-Giosa 7: ottime doti calcistiche; forte fisicamente e abile negli stacchi di testa, tanto da siglare la terza rete del Catania con un’incornata su calcio d’angolo.

-Pinto 6,5: scaltro nelle giocate, buon corritore e abile nell’uno contro uno. Consegna in varie occasioni palle che permettono di finalizzare la squadra.

-Izco 6,5: difende bene l’area bloccando gli avversarsi nel poter creare occasioni di gioco. Ha dato un gran contributo alla squadra con la sua presenza in area su diversi calci piazzati.

-Maldonado 7: ha dimostrato di avere ottime qualità sia tattiche che tecniche, tanto da riuscire a spaziare nei movimenti e a proporsi libero per la ricezione della palla nelle giocate offensive.

-Welbeck 7: paragonabile al “ piè veloce greco”, riesce a vincere i contrasti con gli avversari. Fa salire la squadra in varie occasioni di gioco.

-Dall’Oglio 6,5: buone capacità di adattamento in un ruolo non suo come quello di falso nove; si rende utile nelle azioni offensive attraverso piazzati o filtranti.

-Reginaldo 7,5: perfetto nella sua prestazione, segna la seconda reta con la maglia del Catania. Ha dato prova di tanta caparbietà e voglia di vincere: eccelso nella tecnica e nella visione di gioco.

-Golfo 6,5: veloce e scaltro come sempre, è in grado di sorprendere gli avversari, infiltrandosi e provando a mettere a segno ogni qualvolta si presenti l’occasione.

-Albertini 6: entra per pochi minuti ma gli si palesa subito l’occasione per fare goal a seguito di una svista di Avella.

-Zanchi 6: dinamico nelle giocate, ha cercato in tutti i modi la sua occasione goal.

-Rosaia 6: buona la sua performance, vince con facilità i contrasti con gli avversari.

-Manneh 6: padrone sulla fascia, propone vari cross in area per suoi compagni.

-Vrikkis 6: sigla la sua seconda presenza con il Catania. Pochi i minuti giocati.

-Mister Baldini 7,5: ha dimostrato di essere lui l’uomo del match azzardando una formazione originale e stravolgendo le consuete posizioni dei giocatori, segno della grande fiducia data alla squadra. Profeta di positività, prepara psicologicamente i giocatori per affrontare in massima serenità i playoff.

Casertana:

-Avella 4,5: insicuro nelle uscite, subisce tre reti.

-Hadziosmanovic 5,5: poco scaltro, non riesce ad evitare gli attacchi degli avversari, concede varie occasioni goal.

-Ciriello 5,5: preso spesso alla sprovvista, lascia spazio all’interno dell’area.

-Carillo 5,5: tanta energia ma poca sicurezza nella zona difensiva.

-Del Grosso 6: buona prestazione nonostante le difficoltà riscontrate nel creare azioni offensive.

-Izzillo s.v: uscito al 19’ per infortunio su contrasto con Welbeck.

-Bordin 5: blanda la sua presenza in campo; avrebbe potuto gestire meglio le giocate, proponendo occasioni sulle fasce.

-Icardi 5,5: sono mancate originalità e creatività che avrebbero potuto giovare a favore della squadra.

-Longo 5,5: svelto sulla fascia, prova a pochi minuti dalla conclusione il destro che finisce però fuori dallo specchio della porta.

-Castaldo 5: giocatore esperiente. Non è riuscito a dare dimostrazione delle sue qualità tecniche.

-Cuppone 6: agile nel suo ruolo, ha atteso l’arrivo delle giuste palle per ribaltare il risultato ma senza esito alcuno.

-Buschiazzo s.v.

-Varesanovic s.v.

-Matese s.v.

-Santoro s.v.

-Rillo s.v.

-Mister Guidi 5,5: poco da dire sul suo conto. Ha provato fino all’ultimo ad incitare la squadra senza però portare a casa nessun risultato utile per la corsa ai playoff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *