Europa League – Statistiche e pronostici del ritorno dei sedicesimi

L’Europa League entra nel vivo con le gare di ritorno dei sedicesimi di finale.

ORE 18:55

Arsenal (3-4-2-1): Cech; Mustafi, Koscielny, Monreal; Maitland-Niles, Xhaka, Guendouzi, Kolosinac; Mkhitaryan, Iwobi; Aubameyang.
Bate Borisov (4-3-3): Shcherbitski; Rios, Volkov, Filipenko, Filipovic; Baga, Dragun, Hleb; Milic, Skavysh, Stasevich.
Gunners chiamati a rimontare lo 0-1 dell’andata. Solo un precedente a Londra tra le due compagini terminato con punteggio tennistico (6-0). In campionato l’Arsenal è quinta in classifica, mentre la stagione bielorussa inizierà il mese prossimo. Segno 1 predominante, ma quota molto bassa. Meglio l’Over 2.5 e per gli amanti del rischio X primo tempo e 2 finale.

Eintracht Francoforte (3-4-1-2): Trapp; Hinteregger, Hasebe, N’Dicka; da Costa, de Guzman, Fernandes, Kostic; Gacinovic; Rebic, Jovic.
Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Kryvtsov, Khocholava, Ismaily; Maycon, Patrick; Marlos, Kovalenko, Taison; Junior Moraes.
2-2 all’andata e giochi aperti. Solo un precedente in Germania tra le due protagoniste e risalente al 1980; finì 3-0 per i padroni di casa. Per l’Eintracht un periodo affetto da “pareggite”, mentre in Europa gli ospiti hanno fatto registrare sempre gare con molti gol. Optiamo per il segno Over 1.5 o tutt’al più per quello 2.5.

Dinamo Zagabria (4-3-3): Livakovic; Stojanovic, Rrahmani, Peric, Leovac; Ademi; Situm, Gojak, Moro, Atiemwen, Orsic.
Viktoria Plzen (4-2-3-1): Hruska; Havel, Pernica, Hubnik, Kovarik; Hrosovsky, Prochazka; Moses, Cermak, Kaymba, Beauguel.
Croati alla ricerca della rimonta, considerato l’1-2 dell’andata. Padroni di casa imbattuti tra le mura amiche da sei gare, ospiti imbattuti fuori casa da cinque partite e con il “vizio” di segnare nella ripresa. L’unico precedente tra le due compagini è quello di un paio di settimane in Repubblica Ceca. Scegliamo il segno Gol.

Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Maksimovic, Luperto, Ghoulam; Ounas, Diawara, Fabian, Verdi; Mertens, Milik.
Zurigo (4-2-3-1): Brecher; Winter, Bangura, Maxso, Kharabadze; Domgjoni, Kryeziu; Khelifi, Marchesano, Kololli; Odey.
Unico obiettivo stagionale per i partenopei e si riparte dal 3-1 ottenuto in Svizzera. Non ci sono precedenti, se non quello dell’andata. Zurigo senza successi da quattro gare in Europa League, ma sempre Under. Se la quota 1 sembra bassa, si può prendere in considerazione l’Under 2.5.

Red Bull Salisburgo (4-3-1-2): Walke; Lainer, Ramalho, Pongracic, Ulmer; Schlager, Samassekou, Junuzovic; Wolf; Prevljak, Dabour
Club Brugge (3-4-3): Horvath; Amrabat, Mechele, Denswil; Cools, Vanaken, Vormer, Rits, Diatta; Vanaken, Wesley.
Ospiti in difesa del 2-1 conquistato in Belgio ed è la prima volta che le due compagini si affrontano in Austria. Padroni di casa che nel girone eliminatorio ne aveva vinte sei su sei, ospiti che non perdono in Europa da cinque partite. Proponiamo l’Over 1.5.

Valencia (4-4-2): Neto; Wass, Garay, Diakhaby, Lato; Soler, Coquelin, Parejo, Guedes; Gameiro, Sobrino.
Celtic (4-2-3-1): Bain; Toljan, Boyata, Hayes; Brown, McGregor; Forrest, Christie, Sinclair; Burke.
Spagnoli in netto vantaggio grazie al 2-0 in terra scozzese. Un solo precedente risalente al 2001 e vittoria di misura per il Valencia. Il Mestalla è un fortino e optiamo per i segni 1 e Under 3.5.

Villarreal (4-2-3-1): Fernandez; Gaspar, Gonzalez, Ruiz, Funes Mori; Trigueros, Fuego; Chukwueze, Fornals, Pedroza; Bacca.
Sporting Lisbona (3-4-2-1): Ribeiro; Ilori, Coates, Pinto; Gaspar, Gudelj, Wendel, Ristovski; Diaby, Fernandes; Dost.
Spagnoli a difesa della vittoria per 1-0 in Portogallo e nessun precedente tra le due compagini, se non guello dell’andata. Per i padroni di casa 2 vittorie consecutive in EL e ben 4 Under 2.5 consecutivi, per gli ospit, sempre in Europa League, ben 4 No Gol nelle ultime 5 e in trasferta sempre X2. Optiamo per l’Under 3.5 e, se vogliamo rischiare, combinato con il segno 1X.

Zenit(4-3-3): Lunev; Anyukov, Ivanovic, Rakytskyl, Nabiullin; Hernani, Marchisio, Kranevitte; Mak, Dzyuba, Driussi.
Fenerbahce (4-1-4-1): Demirel; Isla, Skrtel, Ciftpinar, Kaldirim; Topal, Jailson, Elmas; Moses, Slimani; Ayew.
Turchi di misura all’andata e partita di difficile lettura e nessun precedente a farci riflettere sulla storia. Optiamo per l’Over 1.5.

 

ORE 21

Bayer Leverkusen (4-3-3): Hradecky; Weiser, Tah, Dragovic, Wendell; Havertz, Aranguiz, Brandt; Bellarabi, Volland, Bailey.
FK Krasnodar (4-3-3): Kritciuk; Petrov, Martynovich, Spajc, Stotskiy; Olsson, Kaboré, Pereyra; Wamberto, Ignatyev; Claesson.
0-0 all’andata e tedeschi favoriti. Bayer sempre a segno nelle precedenti gare di EL e con segno Under 2.5 (tendenza, però, registrata col vecchio allenatore), ospiti, invece, sempre in Under 3.5. Diverse assenze tra le fila degli anfitrioni, per cui ci affidiamo al segno Under 2.5.

Chelsea (4-3-3): Caballero; Azpillicueta, Christensen, Luiz, Emerson; Kovacic, Jorginho, Barkley; Pedro, Giroud, Willian.
Malmoe (5-3-2): Dahlin; Vindheim, Nielsen, Bengtsson, Safari, Rieks; Christiansen, Bachirou, Traustason; Rosenberg, Antonsson.
Nessun precedente, se non quello dell’andata e il Chelsea di Sarri non può fallire, anche se col vantaggio del 2-1 dell’andata. Scegliamo l’1 combinato con l’Over 2.5.

Dinamo Kiev (4-2-3-1): Boyko; Kedziora, Burda, Shabanov, Mykolenko; Buyalskyy, Shepelev; Tsygankov, Shaparenko, Verbic; Sol.
Olympiacos (4-4-2): Sa; Meriah, Cissé, Vukovic, Tsimkas; Guilherme, Camara, Gil Dias, Fortounis, Podence; Koka.
Qualificazione aperta dopo il 2-2 dell’andata e le due compagini non si affrontano a Kiev dal 1975 (1-0 per i padroni di casa). Ucraini con varie amichevoli alle spalle, visto che il campionato è fermo, e questo potrebbe incidere sul ritmo partita. Optiamo per l’Under 3.5.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cedric, Miranda, De Vrij, Asamoah; Borja Valero, Vecino; Politano, Nainggolan, Perisic, Lautaro.
Rapid Vienna (4-2-3-1): Strebinger; Potzmann, Sonnleitner, Hofmann, Mbombo; Martic, Schwab; Murg, Knasmullner, Schobesberger; Pavlovic.
Successo col minimo scarto in Austria per i Nerazzurri e vittoriosi nell’unico precedente a San Siro nel 1990 (3-1 ai supplementari che ruppe l’equilibrio del 2-1). Padroni di casa favoriti, ma forse distratti dalla vicenda Icardi. Optiamo per l’Over 1.5.

KRC Genk (4-2-3-1): Vukovic; Mæhle, Aidoo, Dewaest, De Norre; Heynen, Malinosvkiy, Fiolic; N’Dongala, Samatta, Trossard.
Slavia Praga (4-2-3-1): Kolar; Coufal, Kudela, Ngadeu, Boril; Souchek; Stoch, Sevcik, Husbauer, Zmrhal; Skoda.
0-0 all’andata e giochi aperti, per cui ci affidiamo al segno Gol.

Betis Siviglia (3-5-2): Robles; Mandi, Garcia, Sidnei; Joaquin, Carvalho, Lo Celso, Guardado; Canales, Lainez; Moron.
Rennes (4-4-2): Koubek; Zeffane, Da Silva, Mexer, Zeffane; Laurienté, André, Grenier, Niang; Hunou, Ben Arfa.
Spagnoli col vantaggio di due risultati su tre a disposizione dopo il pirotecnico 3-3 dell’andata. Infatti, crediamo che gli attacchi possano prevalere sulle difese, per cui scegliamo l’Over 1.5.

Benfica (4-4-2): Vlachodimos; Corchia, Dias, Ferreira, Ribeiro; Gabriel, Fernandes, Luis, Cervi; Seferovic, Félix.
Galatasaray (4-3-3): Muslera; Linnes, Luyindama, Teixeira, Nagatomo; Belhanda, Inan, Ndiaye; Feghouli, Diagne, Onyekuru.
Lusitani a difesa del 2-1 dell’andata in Turchia. Due i precedenti in Portogallo: uno appannaggio degli anfitrioni (2-1 nel 2015) e uno degli ospiti (0-2 nel 2008). Scegliamo il segno 1 combinato con l’Over 1.5.

 

 

Cosa ne pensi?