ULTIM’ORA Sampdoria – Manolo Gabbiadini positivo al Coronavirus

Sampdoria, Gabbiadini è positivo al Coronavirus

Arriva un altro caso di positività al Coronavirus nella Serie A dopo quello di Rugani. Stavolta si tratta di Gabbiadini, attaccante della Sampdoria. Ecco il comunicato, ripreso dal sito ufficiale della Sampdoria:

“L’U.C. Sampdoria informa che il calciatore Manolo Gabbiadini è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19, ha qualche linea di febbre, ma sta bene. La società sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa”.

Juventus, Rugani positivo al Coronavirus

Arrivano delle importanti novità in casa Juventus. Infatti il calciatore Daniele Rugani è risultato positivo al Coronavirus. Ecco il comunicato, ripreso dal sito ufficiale della Juventus:

“Il calciatore Daniele Rugani è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19 ed è attualmente asintomatico.

Juventus Football Club sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa, compreso il censimento di quanti hanno avuto contatti con lui”.

Le parole di Porrini

Parla l’ex Juventus Porrini, intervistato da Radio Bianconera:

Rugani? L’infortunio di Demiral diventa pesante, si è visto lo scorso anno quando sia fondamentale arrivare a marzo con tutta la rosa al completo. Lo scorso anno purtroppo le scelte fatte a gennaio e l’infortunio di Chiellini ci sono costate care in Champions. De Ligt e Bonucci formano un’ottima coppia, Rugani è ovvio che non avrà molto spazio anche adesso perché un allenatore deve creare affiatamento tra due centrali titolari. Il rischio è che poi si arrivi senza che nessuno dei due possa fare prestazioni importanti quando ricomincerà la Champions”.

Un giocatore alla Caceres? “Lo trovo inutile visto che Chiellini sta per rientrare. Per un difensore è più semplice rispetto a un centrocampista o un attaccante, che devono fare la differenza subita. Un difensore centrale in una difesa a quattro sicuramente deve correre meno e percorrere meno metri. Ovvio che non sarà al top della forma, più si va avanti con l’età più diventa difficile recuperare dagli infortuni. 

Problema è a centrocampo: “Una squadra è composta da 11 giocatori, quindi si vince o si perde in 11 e diventano fondamentali i reparti. Addossare la colpa solo alla difesa o al centrocampo il fatto che la Juventus subisca troppo lo trovo riduttivo. A Ronaldo non gli si può chiedere un’eccessiva fase difensiva, idem Dybala, quindi il peso è sul centrocampo oppure sul trequartista dietro le due punte. Diventa difficile e lo diventerà soprattutto in Europa”.

Seguici su Google News.

Cosa ne pensi?