TM24 – Deborah Maranzano: “Vi racconto la mia passione per il Milan”

Abbiamo intervistato in esclusiva per Tuttomercato24.com, Deborah Maranzano, trent’anni e amante del calcio ma soprattutto del Milan. Nasce come content creator nel luglio 2021: ha condotto diverse live su twitch, intervistato tantissimi giornalisti, attori e personaggi famosi tifosi milanisti. Poi ho iniziata, un anno dopo, a collaborare con diversi brand Gazzetta dello Sport, dove ho svolto anche uno stage all’interno della redazione, starcasinó sport e Admiralbet.news. Ha lavorato per un anno a telenova durante Novastadio e poi è diventata brand ambassador di Admiralbet.news per cui, nella stagione appena trascorsa, ha creato diversi contenuti social in collaborazione e ha ricercato e portato curiosità calcistiche durante le notti Europee a Sportitalia. Ama lavorare nel mondo del calcio e sta facendo di tutto per lavorarci in modo stabile. Il suo sogno più grande è entrare a far parte della comunicazione del Milan e il secondo invece altrettanto grande diventare presentatrice.

 

Deborah, da dove nasce la tua passione per il Milan?Nasce da mia sorella. Tutta la famiglia è rossonera ma lei lo è particolarmente. Da piccola mi portava in vacanza dalla Sicilia a Milanello per farmi conoscere i calciatori. Grazie a lei parlai con Carlo Ancelotti e molti altri. Casa nostra era un mausoleo rossonero. Cd, gadget, videocassette. Tutto”.

Come valuti la stagione dei rossoneri e se l’arrivo di Fonseca possa migliorare i risultati ottenuti con Pioli? “Alla stagione passata do 6.5 perché con la rosa del Milan si poteva fare molto di più. Non abbiamo mai lottato per lo scudetto e in Europa sappiamo tutti come è andata. Come ho già detto sui miei canali social non metto alla gogna prima di cominciare Fonseca. Come feci con Pioli gli do una possibilità. Spero che a differenza dell’ultimo Stefano Pioli non sia recidivo negli errori e che sappia valorizzare i nostri giocatori”.

Credi che il possibile approdo di Zirkzee possa aumentare la manovra offensiva del Milan e se credi sia il sostituto ideale di Giroud? “Zirkze nella scorsa stagione è stato uno dei talenti più interessanti. Mi piace come giocatore e penso che qualitativamente parlando sia perfetto per il Milan soprattutto qualora giocasse insieme a Rafa Leao. Lo ritengo il sostituto perfetto a Giroud. Giovane, veloce e incisivo”.

Facciamo un pronostico. Dove collochi il Milan, in vista della prossima stagione, sia in campionato che in Champions League? “Non amo fare pronostici essendo superstiziosa. Il prossimo anno è tutta un’incognita dipenderà dal mercato e da chi andrà via. Spero sempre che il Milan giochi da Milan arrivando a lottare per lo scudetto. Ad oggi lo piazzo purtroppo terzo in campionato. Spero di esser smentita. In Champions League può purtroppo succedere di tutto dipende da chi peschiamo”.

Dove può arrivare l’Italia agli Europei? “Guardando queste prime partite, voglio crederci. Abbiamo le potenzialità e la testa per arrivare lontano. La Germania è l’osso duro”. Continua a leggere

Autore

Cosa ne pensi?