Superbonus 110% – Possibile usarlo anche per le porte, ecco le condizioni

Superbonus 110% – Possibile usarlo anche per le porte, ecco le condizioni

Tra le misure più interessanti e analizzate del Dl Rilancio, c’è sicuramente il Superbonus 110%, l’agevolazione che consente di detrarre al 110% le spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, interventi di riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

L’aliquota in questione può essere estesa anche ad altri lavori di ristrutturazione, purché siano accompagnati almeno da uno dei tre “lavori trainanti” indicati in Decreto:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio stesso
  • interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A, a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici o alla microcogenerazione. Il beneficio si applica anche sulle spese per smaltimento e bonifica dell’impianto sostituito.
  • sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A, a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici o alla microcogenerazione. Anche qui il beneficio si applica anche sulle spese per smaltimento e bonifica dell’impianto sostituito.

ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

La detrazione fiscale prevista per i lavori di efficientemente energetico è stata così portata dal precedente 50% al 110%. Ma questo super bonus vale anche per le spese relative alla sostituzione delle porte di casa? Come accade per gli infissi in generale, anche questa spesa viene inclusa nella detrazione, a condizione che vi sia un miglioramento del rendimento energetico rispetto a quelli precedentemente installati. L’intervento deve quindi avere tre caratteristiche:

  • sostituzione di elementi già esistenti e/o sue parti;
  • riguardare stanze o vani riscaldati e quindi proteggerli verso l’esterno o verso vani non riscaldati;
  • assicurare un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale al valore di legge.

Salvo nuove disposizioni, dunque, il Superbonus 110% può essere applicato alle porte, ma soltanto quelle esterne d’ingresso e/o blindate, non quelle interne.

Seguici su Google News.

Cosa ne pensi?