Serie D – Pro Sesto, Parravicini: “Gara che ci ha danneggiato. Trasformiamo la rabbia in risultati”

Pro Sesto, solo un pari contro il Levico Terme

Pro Sesto – E’ arrivato soltanto un pareggio per 0-0 per la Pro Sesto nella gara di recupero contro il Levico Terme. Dopo aver vinto nettamente la prima sfida, i biancazzurri stavolta non sono riusciti a sfondare le linee difensive degli ospiti, vedendo così sfuggire una grande occasione per allungare in classifica. Ora i milanesi sono primi con 31 punti nel Girone B di Serie D, a più 3 dallo Scanzorosciate secondo in classifica.

Le parole di Parravicini

Queste le parole dell’allenatore della Pro Sesto Parravicini al termine della gara:

“E’ stata la classica partita stregata, dovevamo metterlo in conto: rigiocare una gara che avevi stravinto è rischioso, soprattutto se capita che giochi un mercoledì, su un campo pesante e non trovi il gol, oltre a essere anche danneggiati in maniera evidente ancora da un arbitro. Ma direi che la partita in generale ci ha danneggiato sotto tanti aspetti. Dobbiamo caricarci di rabbia per ripartire e portare in avanti questo campionato, perché stiamo facendo bene. Dobbiamo solo resettare e ripartire.”

“Non potevamo fare di più. Non abbiamo concesso niente, abbiamo giocato a una porta sola e pure su un altro campo pesante: sapevamo di poter incontrare qualche problema nella velocità di manovra. Queste partite capitano. Ma abbiamo più consapevolezza che siamo forti. Segato nell’ultima mezz’ora? Non giocava da un mese, sia allena con noi da qualche settimana e domenica ha giocato 90′ su un campo pesante. Devo pensare anche alla prossima domenica, tre gare insieme dopo un lungo stop era un rischio.”

“NibionnOggiono? Stanno facendo un buonissimo campionato. Mi preoccupa soltanto ricaricare le energie, perché arriviamo da due partite in cui abbiamo dato tanto. La cosa che mi preoccupa e mi fa arrabbiare è che abbiamo giocato una partita che non dovevamo rigiocare. “

Serie D girone B – Pro Sesto sprecona: 0-0 con il Levico Terme, pagelle e voti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *