Serie C, al Catania basta una punizione di Dall’Oglio per battere la Viterbese: le pagelle del match

Il Catania supera la Viterbese, nel ricordo di Stefania Sberna con il toccante suono della voce delle figlie durante la partita. Decisiva la punizione imparabile di Dall’Oglio.

Dopo pochi secondi dall’inizio dei giochi Tounkara ci prova ma tira debolmente e il portiere avversario è bravo a deviare. L’occasione per gli ospiti capita però nei piedi di Simonelli: al quarto d’ora di gioco, Urso si invola sulla sinistra, scarico all’indietro per Simonelli che elude l’intervento del diretto marcatore ma spara alto un rigore in movimento.
Nel proseguo dei primi 45′ anche Salandria e Tounkara sfioreranno la rete del vantaggio, bravo nella prima occasione Martinez, esterno della rete invece per l’ex Lazio.
Prima del duplice fischio dell’arbitro, il Catania andrebbe anche in vantaggio con una sassata di Piccolo dalla distanza ma il fischietto annulla per fuorigioco attivo di Sarao. Fuorigioco che Daga avrà sicuramente benedetto, considerando la mancata deviazione sul tiro dell’esterno avversario.

La partita si sblocca al 62′ con Dall’Oglio che pennella una punizione imparabile e porta in vantaggio gli etnei all’ora di gioco. I gialloblù non riescono a reagire e, nonostante la girandola di cambi, non producono azioni offensive degne di nota, amplificando i rimpianti per quelle mancate nei primi 45 minuti di gioco. Nonostante i timidi tentativi nei minuti finali da parte di Murilo e Simonelli, la Viterbese esce sconfitta al Massimino per 1-0, per la salvezza matematica bisogna ancora aspettare.

Le nostre domande a mister Baldini del Catania nel post partita.

Pascal Desiato – Come giudica la prestazione di Reginaldo schierato titolare dopo più di un mese?

Nicole Ausilio – Cosa è mancato rispetto alle altre partite?



Catania (4-3-3) – Martinez; Calapai, Giosa (76′ Tonucci), Claiton, Pinto; Dall’Oglio (71′ Rosaia), Maldonado, Izco (54′ Welbeck); Piccolo (76′ Golfo), Sarao, Reginaldo (71′ Russotto). A disposizione: Santurro, Sales, Albertini, Zanchi, Manneh, Di Piazza, Vrikkis. Allenatore: Baldini

Viterbese (4-3-3) – Daga; Bianchi (64′ De Santis), Baschirotto, Mbende, Urso; Palermo (90′ Ammari), Adopo (64′ Sibilla), Salandria (82′ Rossi); Simonelli (64′ Bezziccheri); Tounkara, Murilo. A disposizione: Bisogno, Falbo, Ricci, Porru. Allenatore: Taurino

Rei: 62′ Dall’Oglio

Le Pagelle

CATANIA

Martinez 7: para ogni cosa gli si presenti davanti anche l’aria. Insuperabile.

Calapai 6: preciso nei passaggi non perde mai la marcatura.

Giosa 7: caparbio e duro in ogni contrasto, da sicurezza al reparto. Roccia.

Claiton 6: porta esperienza al reparto anche se nel primo tempo soffre le offensive avversarie.

Pinto 6: si fa vedere in avanti con diverse sovrapposizioni.

Dall’Oglio 6.5: nel primo tempo lavora per la squadra e nella ripresa la decide con una punizione da incorniciare. Decisivo.

Maldonado 6.5: solita partita di costruzione e recupera anche palloni dietro.

Izco 5.5: ci si aspetta qualcosa in più da lui si farà trovare pronto per i play off.

Piccolo 6: la sblocca ma la rete gli viene annullata per il resto si sacrifica anche in ripiegamento.

Sarao 6: sgomita su ogni palla e ci prova anche in qualche occasione, partita di sacrificio.

Reginaldo 6.5: parte titolare dopo più di un mese ma la qualità non gli manca e si vede. Ritrovato.

Welbeck 6: entra e porta muscoli.

Rosaia 6: ordinaria amministrazione.

Russotto 6: sulla destra è sempre pericoloso, crea la superiorità numerica e mette dentro un pallone che poteva portare al raddoppio.

Tonucci 6: il suo recupero tornerà utile alla squadra.

Golfo 6: caparbio e rapido nelle ripartenze.

Mister Baldini 7: con questa media c’è solo da fargli i complimenti, tre su tre, e si iniziano a programmare i play off.

VITERBESE

Daga 6: distratto su Piccolo il fuorigioco lo salva.

Baschirotto 6: sbaglia poco in fase difensiva.

Mbende 6.5: preciso e caparbio.

Bianchi 5: si vede poco e soffre Reginaldo.

Urso 6: si divora il vantaggio davanti a Martinez.

Salandria 5.5: poco lucido nella ripresa.

Palermo 6: qualità ma poca incisività.

Adopo 6: partita sufficiente.

Simonelli 5: dopo il rigore in movimento calciato alto non si vede più in partita.

Murilo 5.5: nella ripresa meglio rispetto al primo tempo ma poco altro.

Tounkara 6: sgomita e lotta per tutta la partita.

De Santis 6: entra carico e si vede.

Bezziccheri 6: squadra stanca dopo la sua entrata.

Sibilia: s.v.

Rossi: s.v.

Ammari: s.v.

Mister Taurino 6.5: prepara meticolosamente la partita e si vede il rammarico è di avere sprecato tutte le occasioni capitate, ma giocando così si toglierà soddisfazioni.

Pascal Desiato e Nicole Ausilio

Cosa ne pensi?