Serie B – Juve Stabia-Benevento 1-1: le dichiarazioni post partita dei protagonisti

Termina 1-1 il derby tutto campano Juve Stabia-Benevento. Il primo in Serie B tra le due squadre. Le Vespe, nonostante il pessimismo della vigilia, hanno tenuto testa alla prima della classe, passando addirittura in vantaggio con un gol capolavoro di Giacomo Calò. A pareggiare i conti è stato, poi, il solito Massimo Coda con una “zampata” degna del miglior Pippo Inzaghi. Un pareggio che non muta, tuttavia, la classifica delle due compagini: gli stabiesi sono ancora relegati nella zona calda, gli stregoni, invece, continuano a guardare tutti dall’alto verso il basso. Alla ripresa del campionato ci sarà un nuovo derby ad attendere la Juve Stabia. Al Romeo Menti, infatti, arriverà la Salernitana di mister Gian Piero Ventura. Una partita sicuramente non facile per i ragazzi di mister Fabio Caserta. Impegno gravoso anche per il Benevento. Gli stregoni, infatti, dovranno vedersela con il Crotone, diretta inseguitrice in campionato. Ecco le dichiarazioni post partita rilasciate dai protagonisti del match a seguito di Juve Stabia-Benevento.

JUVE STABIA-BENEVENTO 1-1: LE DICHIARAZIONI POST GARA

CASERTA E GERMONI PER LA JUVE STABIA

FABIO CASERTA: “Faccio i complimenti ai miei ragazzi per aver offerto una prova di grande carattere contro uno squadrone. Avremmo meritato i tre punti, anche perché ci manca almeno un rigore per un evidente tocco di mano. Ma al netto di tutto, non posso che dire grazie ai miei, soprattutto a Cissè, che ha voluto giocare nonostante un problema extra campo che lo ha purtroppo coinvolto. L’uomo in più? Paradossalmente con il Benevento in 10 siamo stati penalizzati, perché loro si sono abbassati molto e gli spazi si sono ridotti tantissimo. Bravi però a non attaccare all’arma bianca, perché giocatori del genere in velocità possono fare male, e lo dimostra la potenziale chance di Insigne, l’unica concessa dopo l’espulsione di Caldirola”.

LUCA GERMONI: Volevamo a tutti i costi i tre punti e l’avete visto. Ci portiamo a casa un punto, sono una grande squadra. Ci concentriamo per la Salernitana. Dobbiamo giocarcela con la massima personalità. Può capitare di perdere o pareggiare, ma ci mettiamo sempre la faccia sia in casa che fuori. Abbiamo fatto una buona partita, dobbiamo continuare su questa squadra. Gli avversari devono essere preoccupati di venire qui. Noi dobbiamo sempre farci trovare pronti, dare il 100% quando chiamati in causa”.

INZAGHI E MAGGIO PER IL BENEVENTO

FILIPPO INZAGHI: “L’espulsione su Caldirola è inesistente e ha condizionato la nostra partita. Tuttavia, la squadra è stata brava a reagire nonostante l’uomo in meno. Dopo la conclusione di Insigne la Juve Stabia è andata in paura rinunciando ad attaccare. Il fuorigioco di Tello? Inesistente. Voglio rispetto per il Benevento perché così le partite vengono condizionate in modo evidente. Giocare a Castellammare è molto difficile, sapevamo le caratteristiche di questa squadra e della grande spinta del pubblico del Menti. Questo sarà un punto molto importante a fine stagione. Compimenti alla Juve Stabia, ha cercato di sfruttare le proprie abilitá, ma noi siamo stati bravi a tenere botta. Difficilmente prendiamo gol e il nostro portiere oggi non ha rischiato molto. Questa è la strada giusta. Abbiamo pareggiato meritatamente e poi in dieci siamo stati molto bravi a reagire. L’episodio al 94’ penso che non era da rigore. La squadra sta dando grandi risposte. Siamo in testa alla classifica e dobbiamo rimanerci fino a maggio”. 

CHRISTIAN MAGGIO: “Abbiamo portato a casa un punto importante. I derby sono sempre particolari, soprattutto su un campo ostico come quello di Castellammare. Abbiamo fatto un primo tempo tra alti e bassi, nella ripresa siamo riusciti a riagguantare un risultato che forse è un po’ stretto, ma il pareggio va sempre bene. Dispiace per l’espulsione di Caldirola perché è arrivata nel nostro momento migliore. L’andamento in trasferta? Lontano dalle mura amiche abbiamo un cammino diverso. Non è facile vincere sempre perché troviamo delle squadre che contro di noi danno il massimo. Dobbiamo essere bravi a gestire meglio l’incontro. Oggi siamo riusciti a creare delle occasioni, ma senza gonfiare la rete. Ci aspettavamo una squadra così. Su questo campo è una squadra ostica, la loro miglior giocata è quella del pressing e sfruttano questa caratteristica per mettere in difficoltà le avversarie. Spesso abbiamo subito delle ripartenze, dobbiamo gestire meglio la giocata senza forzarla in modo da non rischiare”

 

Cosa ne pensi?