Roma News, Fonseca: “Abbiamo peccato di efficacia”

Roma, le parole di Fonseca

Parla il tecnico della Roma Fonseca, dopo la sconfitta patita dalla sua squadra nella sfida di Coppa Italia contro la Juventus. Ecco le parole, che sono state riprese dal sito ufficiale della società:

“Penso che la differenza nel primo tempo sia stata nell’efficacia”, ha dichiarato Paulo Fonseca al termine del match.  “La prima volta che gli avversari sono arrivati nei pressi della nostra porta hanno fatto gol e lo stesso è accaduto alla seconda occasione. La nostra squadra ha giocato bene prima degli ultimi trenta metri, ma poi c’è stata una qualità diversa in quel frangente, in cui abbiamo sbagliato molto”.

Quanto pesa l’assenza di Dzeko contro una squadra come la Juventus?

“Sappiamo che Dzeko è un giocatore molto importante per noi, ma penso che il problema non sia solo legato a Kalinic: tutti gli attaccanti avrebbero potuto fare di meglio in questa partita. Kluivert e Cengiz nel primo tempo hanno sbagliato tanto. La differenza è stata proprio in quella parte finale del campo”.

La differenza l’ha fatta la rabbia in fase di attacco che ha dimostrato la Juventus a differenza della vostra?

“Sì. Tutti e tre gli attaccanti della Roma devono lavorare di più a livello difensivo. E oggi, specialmente nel primo tempo, non l’hanno fatto. Non mi piace questo atteggiamento della squadra. Kluivert, Kalinic e Cengiz dovevano fare di più da quel punto di vista”.

Ci sono state tante disattenzioni difensive a livello di impostazioni, come successo a Roma. Come pensa di rimediare in vista della Lazio?

“Sono due partite diverse, la Lazio non gioca così ma dobbiamo migliorare nella fase di impostazione. Soprattutto perché oggi abbiamo preso due gol in contropiede. È un aspetto su cui lavorare. Dobbiamo pensare con fiducia alla prossima gara. La mia unica preoccupazione è di recuperare i giocatori e di affrontare la Lazio in quella che sarà una partita molto difficile”.

Seguici su Google News.

Leggi anche: Juventus, le parole di Bentancur.

Cosa ne pensi?