Regione Lazio – Introdotto un bonus da 600 Euro per tutte le categorie

Arrivano dei bonus da parte della Regione Lazio

Con il bando “Piano generazioni emergenza COVID-19” anche la Regione Lazio introduce il suo bonus 600,00€ per le categorie penalizzate dallo scoppio dell’emergenza coronavirus e non comprese negli aiuti previsti dallo Stato.

Si tratta di bonus una tantum (da circa quaranta milioni di euro) a sostegno di categorie fragili, “un ponte verso il ritorno alla vita professionale e formativa”. Ci sono diversi bonus e, l’importo massimo è di 600,00€.

La richiesta può essere presentata per un solo bonus e per ognuno di questi è online l’apposita piattaforma. La domanda va presentata in modalità telematica a partire dal giorno indicato per ogni misura. Questi aiuti non sono cumulabili con quelli riconosciuti su piano nazionale, né tantomeno con il reddito di cittadinanza. Inoltre, trattandosi di un bando regionale, la domanda è riservata a chi soddisfa entrambe le seguenti condizioni:

  • cittadino/a italiano/a o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di uno Stato extra UE e essere in possesso di regolare permesso di soggiorno CE;
  • residente o domiciliato in uno dei comuni della Regione Lazio.

Vediamo quindi quali sono le categorie incluse nel nuovo bando della Regione Lazio, quali sono gli importi di ogni aiuto nonché i requisiti per richiederli.

Leggi anche: Possibile presentare la domanda per i 600 Euro

Bonus da 600,00 per i tirocinanti

A partire da lunedì 4 maggio, si potrà fare domanda per un’indennità una tantum di 600,00€ riconosciuta ai tirocinanti che hanno dovuto interrompere o sospendere il tirocinio a partire dal 23 febbraio 2020.

L’ottenimento di questo contributo è condizionato al possesso dei seguenti requisiti:

  • non essere percettore di NASPI o DISCOLL;
  • essere titolare di un conto corrente bancario o postale.

Ci sono dei requisiti anche per il tirocinio, ovvero:

  • realizzato presso una sede di svolgimento ubicata nel territorio della Regione Lazio;
  • essere avviato non oltre la data del 5 marzo 2020
  • essere interrotto(non per assunzione)o sospeso a partire dal 23 febbraio 2020 e almeno fino alla data di pubblicazione del presente avviso.

Bonus da 600,00 per colf e badanti

Dal 5 maggio, invece, si può richiedere un bonus di massimo 600,00€ per i lavoratori domestici che a causa dell’emergenza da COVID-19 hanno subito una sospensione o cessazione dell’attività lavorativa.

Nel dettaglio, il contributo è di 600,00€ nel caso di almeno un impiego contrattualizzato per oltre 25 ore al mese, o di 300,00€ per chi ha almeno un impiego ma non supera comunque le 25 ore al mese.

I requisiti sono i seguenti:

  • regolare contratto di lavoro relativo ad attività lavorative da svolgersi nel territorio regionale conforme al contratto collettivo nazionale sulla disciplina del rapporto di lavoro domestico attivo alla data del 23 febbraio 2020 (l’impegno complessivo deve essere di almeno 25 ore);
  • cessato o sospeso l’attività lavorativa a causa dell’epidemia da Coronavirus successivamente alla data del 23 febbraio 2020 e tale attività risulti ancora sospesa o cessata alla data di pubblicazione del presente avviso.

Bonus DA 200€ per i rider

Ai rider viene riconosciuto un bonus di 200 euro per l’acquisto di dispositivi di protezione individuali, così da proteggersi meglio dal rischio contagio. La domanda si potrà presentare dal 6 maggio.

  • contratto di lavoro regolare, anche con partita IVA, da cui si evinca lo svolgimento nel territorio regionale di un’attività qualificabile come lavoro digitale
  • poter dimostrare, anche in fase successiva all’erogazione del contributo una tantum e mediante appositi giustificativi di spesa, su richiesta dell’Amministrazione regionale in sede di realizzazione dei controlli, l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, il cui costo sia stato sostenuto nel periodo che intercorre tra il 1° febbraio 2020 e il 31 agosto 2020 e per l’intero importo del contributo erogato;
  • non essere già titolare di un trattamento pensionistico diretto per anzianità e vecchiaia né di percepire altre forme di previdenza obbligatoria;
  • essere titolare di un conto corrente bancario o postale

Bonus da 600 euro per disoccupati e sospesi dal lavoro

Altra misura è quella che riconosce un bonus di 600,00€ a quelle persone in stato di disoccupazione o sospensione dal lavoro che non percepiscono altra forma di sostegno al reddito. Per questi la domanda si può presentare dal 7 maggio 2020. I requisiti sono i seguenti:

  • possedere un ISEE ordinario non superiore ai 20.000,00€;
  • essere disoccupato alla data di presentazione della domanda o, in alternativa, in caso di titolari di partita IVA o di rapporti di collaborazione per cui non è richiesto il possesso della partita IVA;
  • non essere percettore di alcuna forma di ammortizzatore sociale, ad esclusione delle pensioni di invalidità;
  • essere titolare di un conto corrente bancario o postale.

Bonus connettività studenti

Viene riconosciuto un bonus di 250,00€ per gli studenti universitari per l’acquisto di PC/Notebook, tablet, schede SIM, strumentazione per il collegamento a Internet acquistati dal 1° febbraio 2020. La domanda va fatta a partire dall’8 maggio, ma solo per chi rispetta i seguenti requisiti:

  • avere un ISEE Università per il diritto allo studio riferito ai redditi 2019 non superiore a € 20.000,00;
  • risultare iscritto entro il 31/12/2019 per l’A.A. 2019/2020 presso una Università statale o non statale legalmente riconosciuta con sede legale nel territorio della Regione Lazio
  • poter dimostrare l’acquisto, anche in fase successiva all’erogazione del contributo una tantum e mediante appositi giustificativi di spesa,su richiesta dell’Amministrazione regionale in sede di realizzazione dei controlli, l’acquisto di strumentazione di PC/notebook, tablet, schede SIM, strumentazione per il collegamento Internet anche WI-FI, il cui costo sia stato sostenuto nel periodo che intercorre tra il 1° febbraio 2020 e il 31 agosto 2020 e per l’intero importo del contributo erogato;
  • essere titolare di un conto corrente bancario o postale.

Seguici su Google News

Leggi anche: Cambiano i requisti per il bonus da 800 Euro.

Cosa ne pensi?