Liverpool, avanti con Klopp: ufficiale il rinnovo fino al 2024

Liverpool, avanti con Klopp: ufficiale il rinnovo fino al 2024

Jurgen Klopp e il Liverpool continueranno questa avventura ancora insieme. Attraverso i propri canali ufficiali, i Reds hanno infatti annunciato il rinnovo di contratto del tecnico tedesco fino a giugno 2024, assicurandosi così ancora per qualche anno la possibilità di essere diretti da uno dei migliori allenatori al mondo, capace di risollevare dalle ceneri una squadra che ha vissuto anni piuttosto difficili. Oltre a Klopp, sono stati rinnovati i contratti anche degli assistenti Peter Krawietz e Pepijn Lijnders.

Con Klopp, il Liverpool è riuscito ad arrivare due volte di fila in finale di Champions League, vincendo la scorsa edizione, e quest’anno i Reds non sono solo in corsa per la massima competizione europea, ma stanno anche dominando il campionato inglese, con il sogno di vincere un titolo che manca da quasi 30 anni.

“Per me questo è un annuncio di intenti, uno di quelli costruito sulla mia conoscenza di che cosa abbiamo raggiunto assieme finora e cosa c’è ancora da conquistare. Quando vddo la crescita del club e del lavoro collaborativo che continua a essere applicato, sento che il mio contributo può solo crescere.”

“Le persone vedono cosa succede in campo come misura dei nostri progressi e sebbene questa sia la miglior misura, non è la sola. Ho visto l’impegno da parte della dirigenza attraverso ogni aspetto e funzione di un club che si possa immaginare. Quando arrivò la chiamata nell’autunno 2015, sentii che eravamo fatti uno per l’altro. E’ solo in un rapporto di totale fiducia che la collaborazione rimane totalmente complementare da entrambe le parti. Se non fosse stato così, non avrei rinnovato. Questo club è un posto fantastico, non potrei pensare di andarmene.”

Calciomercato Liverpool, obiettivo Minamino

Liverpool Watford Premier League: live streaming TV, pronostico e formazioni

Pronostico Salisburgo-Liverpool – Champions League: live streaming tv e formazioni

Cosa ne pensi?