Serie D – Girone G: troppo Avellino per il Lanusei, i Lupi volano in Serie C

Si gioca Avellino-Lanusei, gara valida per lo spareggio del Girone G di Serie D. A Rieti si gioca la partita decisiva della stagione del Girone G di Serie D, con le due capoliste del campionato che, dopo aver concluso a pari merito, si affrontano in una sfida decisiva che sancirà la promozione in Serie C della vincente. Ottimo momento per i campani, reduci da addirittura 10 vittorie di fila e sempre più lanciati, mentre i sardi arrivano dopo un periodo di alti e bassi, che hanno negato la vittoria del campionato.

 

2-0

 

Avellino (4-4-2): Viscovo 6.5; Betti 6, Dionisi 6.5, Morero 6.5, Parisi 7; Tribuzzi 7, Di Paolantonio (85′ Buono sv), Matute 6.5, Da Dalt 6.5 (89′ Ciotola sv); Alfageme 5.5 (63′ Gerbaudo 6), De Vena (82′ Sforzini sv). All.: Bucaro
Lanusei (4-3-3): La Gorga 6; Kovadio (80′ Sicari sv), Congiu 5.5 (56′ Girasole 6), Esposito 5.5, Carta 5.5; Demontis 5.5, Ladu 6, Likaxhiu 5.5 (63′ Mastromarino 5.5); Tenkorang (56′ Quatrana 6), Bernardotto (75′ Bonu 6), Floris 5.5All.: Gardini
Marcatori: 39′ De Vena, 49′ Tribuzzi
Ammoniti: Dionisi, Marsili (A); Congiu (L)
Arbitro: 
Di Marco di Ciampino

 

CRONACA DELLE AZIONI SALIENTI – Inizio subito aggressivo dell’Avellino che, sin dai primi minuti, resta molto alto nella metà campo, mentre il Lanusei prima si copre per ripartire in maniera molto pericolosa e poi, con il passare dei minuti, comincia anche a crescere in fase di costruzione. Il clima di tensione latente e il pressing dei sardi, però, impediscono ai Lupi di ragionare e di grandi occasioni non se ne presentano nei primi 20′, salvo un insidioso tiro cross direttamente sul fondo di Tribuzzi. La gara resta frizzante e intensa, ma anche molto ruvida per le due squadre che non riescono a sfondare e a trovare la giusta precisione. Ma al 39′, in un momento di stanca generale della partita, l’Avellino trova il pesante gol del vantaggio: ennesima cavalcata sull’out di sinistra di Parisi, che appoggia in mezzo per De Vena, che di testa infila il portiere da pochi passi. La reazione dei ragazzi di Gardini è piuttosto nervosa, faticando a superare l’ordinata difesa avversaria e solo all’ultimo istante del primo tempo sfiorano il pareggio: buon cross dalla destra di Kovadio per Bernardotto, che s’inserisce con i tempi giusti e devia in porta, ma trova la grande deviazione di riflesso di Viscovo. L’Avellino chiude in vantaggio il primo tempo.

Il Lanusei prova subito ad alzare il baricentro alla ricerca del pareggio, ma è l’Avellino a trovare ancora il gol firmando il raddoppio: Da Dalt parte palla al piede e appoggia al centro, dove Alfageme fa passare il pallone con il velo per Tribuzzi che, davanti al portiere, scarica il destro e fa esplodere il pubblico campano. La reazione dei sardi è ancora timida e le occasioni sono poche: su un calcio di punizione insidioso, Esposito colpisce sul secondo palo ma mette altissimo da posizione interessante. La gara regala poche emozioni, soprattutto grazie all’ottima prestazione dell’Avellino, che sfiora più volte il tris: prima ci prova Tribuzzi con una gran botta, pallone a lato; poi, Tribuzzi serve De Vena che scivola, ma serve Da Dalt, che di destro chiama alla risposta La Gorga. Nel finale, i sardi provano a spingersi in avanti, pur rischiando qualcosa dietro (ci prova Sforzini, che scivolando calcia sul primo palo mettendo di poco a lato), ma le occasioni create sono ben poche: ci prova soprattutto Sicari con una bella botta di destro, il pallone scheggia la traversa e va sul fondo. Ma finisce così: vince meritatamente l’Avellino, che si aggiudica lo spareggio decisivo contro il Lanusei e vola così in Serie C, facendo partire la festa a Rieti per il ritorno tra i professionisti.

Cosa ne pensi?