Le quote antepost sul calciomercato 2023: guida ai pronostici sui prossimi allenatori di Juventus, Inter, Milan, Roma e Napoli

Come funzionano le scommesse sul calciomercato? Il consiglio dei tipster di Terrybet News

Le scommesse sul calciomercato sono delle giocate antepost a tutti gli effetti, ovvero che si concludono ad una determinata scadenza temporale o al termine di una competizione.

Le scommesse antepost più famose sono il passaggio turno e vincente competizione, ma esistono anche mercati più ricercati come i testa a testa (ovvero chi arriva più in alto tra due squadre), il miglior attacco, la retrocessione, la qualificazione alla prossima Champions League e titolo capocannoniere. Le scommesse sul calciomercato si concludono il 31 agosto, ovvero all’ultima data valida per i trasferimenti estivi e comprendono quelli relativi ai giocatori, quelli sugli allenatori e quelli sulle panchine. Ad esempio: quale sarà la prossima squadra di Osimhen? Quale squadra allenerà la prossima stagione Antonio Conte? Chi sarà l’allenatore della Juventus al 01/09/23? Si tratta di tipologie di giocate consigliate agli appassionati di news e che seguono con particolare attenzione tutte le trattative in corso a livello nazionale e internazionale. Non sono invece consigliate a chi ama l’analisi statistica dell’evento. Inoltre, uno svantaggio delle giocate antepost è che richiedono una lunga attesa prima di concludersi, anche se in compenso, hanno delle quote più che proporzionali rispetto alle effettive probabilità che un evento si realizzi. Per chi preferisce giocate dai minori tempi di attesa e su base statistica, il consiglio è quello di rivolgersi a mercati di nicchia come le draw no bet, i cui vantaggi e svantaggi sono chiariti in questa guida di Terrybet.news. Ma vediamo insieme quali opportunità offre il palinsesto relativo al calciomercato delle panchine più importanti di Serie A.

Calcio

Le quote di “Allenatore Juventus al 01/09/23”

Secondo i principali bookmaker il candidato numero uno (1.35) alla panchina della Juventus per la prossima stagione è Massimiliano Allegri, il quale ha recentemente dichiarato di essere disponibile ad abbracciare ancora una volta il progetto Juventus nonostante le grandi difficoltà vissute nella stagione 2022/23. D’altronde, il tecnico livornese ha già lanciato parecchi giovani ed in caso di ridimensionamento della rosa non avrebbe quindi difficoltà nel gestire il gruppo. Inoltre, le semifinali di Europa League e Coppa Italia più il rendimento sul campo in campionato al di là della penalizzazione, non sono traguardi da buttare via, considerate le problematiche affrontate. Al secondo gradino del podio i bookie piazzano un possibile ritorno di Antonio Conte, quotato in media 5.00. Il tecnico leccese ha lasciato il Tottenham a metà stagione ed ha dichiarato di voler tornare in Italia, ma d’altra parte chiede una squadra già attrezzata per vincere. Inoltre, alcuni tifosi che non hanno mai digerito il suo passaggio all’Inter potrebbero esprimere malcontento. Sul terzo gradino del podio l’ipotesi suggestiva Zidane, quotata in media 7.50. In conclusione, considerato il momento dei bianconeri, vediamo nettamente favorito Allegri o in alternativa un outsider con minori pretese, come ad esempio Gasperini o De Zerbi.

Zidane allenatore Juventus al 01/09/23 è quotato 7.50 su Terrybet e 3.00 su Goldbet.

Le quote di “Allenatore Inter al 01/09/23”

Al di là del risultato che arriverà contro il City, Simone Inzaghi dovrebbe essere riconfermato sulla panchina nerazzurra (la sua quota è pari a 1.05). D’altronde, il tecnico piacentino ha riportato l’Inter in finale dopo 13 anni di attesa ed è il secondo tecnico italiano a riuscirci alla guida dei nerazzurri dopo Invernizzi. Inoltre, nonostante le delusioni in campionato, è riuscito a vincere già 4 trofei. Tuttavia, la sua panchina è stata parecchio bollente durante tutto l’arco della stagione e molti tifosi non lo reputano un grande allenatore, anche a causa del suo integralismo tattico. Il secondo candidato è Antonio Conte, con una quota pari a 5.00. Nonostante il passato alla Juventus, il tecnico salentino ha lasciato un buon ricordo a Milano e conosce molti giocatori della rosa nerazzurra, tra cui Lukaku nel caso in cui dovesse restare a Milano.

A quota 7.00 infine, Thiago Motta, uno degli eroi del triplete e molto apprezzato quest’anno a Bologna, e De Zerbi, reduce dalla prima storica qualificazione in Europa del Brighton. Italiano è quotato 10, mentre Mourinho e Simeone a quota 15 sembrano solo delle romantiche suggestioni.

Le quote di “Allenatore Milan al 01/09/23”

Come per Inzaghi, anche per Pioli si è trattata di una stagione altalenante che lo ha visto a rischio esonero in svariate occasioni. L’andamento in campionato è stato al di sotto delle aspettative, il trionfo sul Napoli è stato osannato come un capolavoro tattico, mentre le sconfitte in Supercoppa e in semifinale di Champions contro l’Inter (senza mai avere voce in capitolo in 180’) bruciano ancora nel cuore dei tifosi rossoneri. Tuttavia, Pioli ha dalla sua parte una rosa meno competitiva con gli innesti della scorsa estate che non sono mai stati d’aiuto nell’arco della stagione. La quota per la sua permanenza è pari a 1.05, segno che nell’ambiente rossonero ci sia piena fiducia nel tecnico e che le responsabilità dei zero titoli stagionali vadano attribuite ad altri. Conte è quotato 10, mentre Palladino che è stato spesso associato a Sacchi è quotato 15.00 volte la posta. Anche Luis Enrique è quotato 15, ma ha già rifiutato Chelsea e Napoli in attesa di un’opportunità stimolante, pertanto è da escludere un suo passaggio al Milan, salvo clamorosi rinforzi in estate.

Gilardino, Shevchenko, Pirlo e Ancelotti, sembrano al momento delle suggestioni da gazzetta ed ombrellone in stile anni ‘90. Curioso infine che sia quotato anche Ibrahimovic (50).

 “Ah, non lo sto già facendo? (ride, ndr). Comunque no, non ci ho pensato, sento che ho tanta responsabilità in questa squadra, sto aiutando la squadra fuori dal campo e dentro quando ci alleniamo, ma non posso dire che sto pensando a fare l’allenatore. Per il momento sto aiutando così, poi per un futuro da allenatore vedremo.

Potrebbe essere ma potrebbe essere di no, perché c’è tanta responsabilità.”

Zlatan Ibrahimovic

Le quote di Allenatore “Roma al 01/09/23”

Tra le conferme, quella di Mourinho è attualmente la meno probabile, visto che la quota per la sua panchina alla guida dei giallorossi anche nella prossima stagione è pari a 1.75.

Il tecnico portoghese avrebbe preferito lasciare la squadra da vincente, ma ora non è da escludere che voglia riprovarci un’altra volta. Tuttavia, i suoi giocatori sono stati spremuti dal punto di vista emotivo negli ultimi due anni e come da lui stesso dichiarato saranno necessari rinforzi, sia in campo che fuori, per poter competere su più fronti. Il legame che ha instaurato con i suoi ragazzi e la piazza è molto forte, perciò, nonostante le lamentele esternate, non è da escludere una sua permanenza a Roma.

Le alternative più probabili sono Gasperini (3.00) e Conte (4.50), ma anche Schmidt del Benfica e Amorin del Lisbona. Gasperini sarebbe ben accetto per quella fascia di critici che vorrebbero una maggiore qualità del gioco espresso, mentre Conte potrebbe essere indigesto in quanto è un allenatore che come Mourinho tiene i suoi uomini sempre sulla corda. Schmidt ha impressionato in Europa, riuscendo a fermare sia la Juventus che il Psg nei gironi, mentre Amorin è il tecnico che ha riportato il titolo nazionale allo Sporting dopo 19 anni e che ha fatto soffrire i bianconeri ai quarti di Europa League.

Tra gli altri nomi possibili compare anche Juric, in cerca della sua prima grande occasione.

Le quote di Allenatore “Napoli al 01/09/23”

L’addio di Spalletti è ormai ufficiale e le candidature alla panchina alla corte di De Laurentiis sono aperte. Luis Enrique ha declinato l’offerta, mentre restano aperte le possibilità di un ritorno di Rafa Benitez. Tra gli altri nomi papabili, spuntano quelli di Tudor, che ha appena rotto col Marsiglia, Conte alla ricerca di un’opportunità in Italia, Nagelsmann e Italiano.

Benitez ha lasciato un buon ricordo a Napoli ed ha sempre apprezzato la piazza partenopea,  inoltre gode di una grande esperienza in ambito europeo che potrebbe aiutare i campani a fare un ulteriore salto di qualità.

Il nome di Nagelsmann è affascinante, ma ad oggi appare piuttosto complicato anche per questioni burocratiche da risolvere col Bayern. Infine, Italiano è quello che garantirebbe una maggiore continuità tattica con Spalletti, visto che predilige il 4-3-3, il pressing alto, la costruzione dal basso e la spinta sulle fasce dei terzini.

Autore

Cosa ne pensi?