Serie A, Juventus 1-0 Milan: Dybala riporta in vetta i bianconeri

SERIE A, JUVENTUS 1-0 MILAN

Una partita, due momenti differenti. Lettori di Tuttomercato25, buonasera e benvenuti alla diretta testuale di Juventus-Milan: match valido per la dodicesima giornata del campionato di Serie A.

Maurizio Sarri, allenatore dei bianconeri, ha presentato così questa sfida: “Il Milan è una buona squadra che non ha fatto una buona fase iniziale di stagione, ma questo conta fino a un certo punto perché nella singola partita resta una buona squadra. Dobbiamo giocare con un’intensità difensiva diversa e per averla bisogna stare in campo in maniera leggermente diversa rispetto all’ultima partita. Come sta Ronaldo? Ancora non lo so perché ieri era con i fisioterapisti. Vediamo oggi cosa riesce a fare, vediamo domattina nell’ultimo allenamento come sta. So che non ha niente di grave, solo un piccolo dolore al ginocchio che un po’ durante la partita lo squilibra dal punto di vista degli appoggi. Ma non ha niente di particolarmente grave. Come procede il recupero di De Ligt? Abbiamo due allenamenti, vediamo come reagisce. Ieri ha fatto delle prove positive in campo, oggi prova stare in campo con la squadra e vediamo la reazione”.

Risponde Stefano Pioli, allenatore dei rossoneri: “Negli ultimi otto anni si è creato un divario tra Juventus e Milan, non solo tecnico. Può questa partita dare la svolta? La classifica è lì e ci dice che siamo lontani dalla Juventus, ma le partite iniziano sullo 0-0 e si giocano in 11 contro 11. Le grandi sfide significano grandi opportunità. Giochiamo contro la squadra sicuramente più forte d’Italia e d’Europa ma dovremo giocare a testa alta. Quattro punti in quattro partite. La sensazione è che potessero essere il doppio, soprattutto senza errori individuali. Concorda? Sicuramente quattro punti sono pochi, ma questo è un rammarico che deve portarci a studiare meglio i particolari. Abbiamo giocato alla pari ma in alcuni episodi non siamo stati precisi. Sono esperienze che ci devono aiutare a crescere sul piano della prestazione. Domani sera non sarà affatto semplice, dovremo avere un livello tecnico più alto di quello visto nelle ultime partite. Con qualità e tecnica si può fare bella figura”.

 

(0-0)
CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro, Bentancur, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Ronaldo, Higuain. All. Sarri

A disposizione: Pinsoglio, Buffon, De Sciglio, Khedira, Ramsey, Dybala, Can, Rugani, Costa, Rabiot, Demiral.

Milan (4-3-3): Donnarumma G; Conti, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Paquetà, Bennacer, Krunic; Suso, Piatek, Calhanoglu. All. Pioli

A disposizione: Reina, Donnarumma A, Calabria, Bonaventura, Leao, Rebic, Biglia, Caldara, Gabbia, Rodriguez.

DIRETTORE DI GARA: Maresca F.

CRONACA AZIONI SALIENTI: Calcio d’inizio affidato alla squadra  di casa, si comincia! Juventus con il pallino del gioco in mano. Il Milan si difende. Lancio lungo a cercare Piatek che prima supera De Ligt e poi si fa rimontare da Bonucci. Occasione Milan al minuto 16: cross di Suso e incornata di Piatek che, tutto solo, spedisce la palla a lato. Rossoneri in controllo adesso, i bianconeri sono un po’ troppo imprecisi. Milan pericolosissimo in zona offensiva: cross di Conti e colpo di testa da parte di Paquetà. Vola Szczesny che devia in corner. Al 30′ azione personale di Bernardeschi che si conclude con un tiro che termina di poco a lato. Al 38′ punizione per il Diavolo, con Suso che scodella in area di rigore e la difesa juventina allontana.  Ammonito Krunic per fallo su Bernardeschi. Conclusione di Ronaldo e parata di Donnarumma. Siluro dalla distanza di Theo Hernandez e respinta di Szczesny. Qualche istante più tardi, Piatek lanciato in contropiede, calcia in porta e trova l’opposizione del portiere bianconero. Dopo 1′ di recupero, termina la prima frazione di gara. Dopo dieci minuti del secondo tempo, ci prova Bernardeschi dalla distanza: palla che termina a lato. Ancora Juve pericolosa con Matuidi che compie un bel tiro a giro. La sfera di gioco termina di poco a lato. Cambio per la Juve: esce Ronaldo ed entra Dybala. Cambio anche per Stefano Pioli: esce Krunic ed entra Bonaventura. Fuori Piatek e dentro Leao. Ultimo cambio per Maurizio Sarri: esce Matuidi ed entra Rabiot. Punizione Milan con Calhanoglu e respinta di Szczesny. Al 77esimo, la Juventus sblocca il risultato con il goal di Dybala: scambio con Higuain e palla in fondo al sacco. Risponde il Milan con la conclusione dalla distanza di Calhanuglu. Ultimo cambio per il Milan: esce Paquetà ed entra Rebic. Quattro minuti di recupero. Finisce qui, vince la Juventus per 1-0: decide la rete di Dybala al 77esimo.

 

Seguici su Google News

Cosa ne pensi?