INPS – Prorogata la Naspi, quando arriva il pagamento?

INPS – Prorogata la Naspi, quando arriva il pagamento?

La proroga di Naspi e DIS-COLL, le indennità di disoccupazione, è stata introdotta dal decreto Rilancio.

La misura prevede la proroga di due mesi delle indennità Naspi e DIS-COLL scadute tra il 1° marzo 2020 e il 30 aprile 2020. Dopo l’estenuante attesa per la circolare applicativa di INPS ora l’attenzione dei beneficiari è ricaduta sull’elemento più importante ovvero il pagamento delle due mensilità di proroga Naspi.

Molti da settimane si stanno chiedendo quando arriverà il pagamento della Naspi non avendo potuto beneficiare di altre prestazioni. Tra notizie frammentarie e l’incertezza, sembrano però arrivare delle prime novità INPS che lasciano ben sperare. Vediamo quali sono.

Il pagamento della proroga Naspi viene riconosciuto d’ufficio ai percettori dell’indennità di disoccupazione, come anche della DIS-COLL, per i quali il periodo di fruizione sia terminato tra il 1° marzo e il 30 aprile 2020. Questo sarebbe in arrivo secondo le ultime novità INPS.

Stando a quanto riportato da un utente su Twitter, alla richiesta di chiarimenti sul pagamento della proroga Naspi, INPS due giorni fa avrebbe risposto testualmente quanto segue:

“Al momento sappiamo solo che i pagamenti saranno automatici e senza bisogno di domanda, e dovrebbero sbloccarsi dalla prossima settimana.”

Essendo il post dell’utente con la risposta INPS di sabato 11 luglio, ne deduciamo che per prossima settimana si intenda quella corrente. In ogni caso qualche ora fa INPS ha comunicato, sempre su Twitter e in risposta agli utenti, che la proroga Naspi è in lavorazione.

Non serve, come chiarito nuovamente da INPS, fare domanda per ottenere la proroga Naspi, ma basta avere il requisito relativo alla scadenza della prestazione. Il problema riguarda il pagamento ancora non arrivato dal momento che i disoccupati suddetti non hanno ricevuto ancora alcun tipo di sostegno.

Per ottenere il pagamento delle due mensilità di proroga Naspi occorre avere determinati requisiti. Essa viene riconosciuta, come anche per la DIS-COLL, a coloro i quali, come abbiamo anticipato, il periodo di fruizione sia terminato tra il 1° marzo e il 30 aprile 2020. Vi sono altre condizioni perché si possa ottenere il pagamento della proroga Naspi e nel dettaglio il percettore non deve essere beneficiario:

  • delle indennità di cui agli articoli 27, 28, 29, 30, 38 e 44 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27 (Cura Italia);
  • delle indennità COVID-19 di cui all’articolo 84 del decreto-legge n. 34 del 2020;
  • dell’indennità a favore dei lavoratori domestici e dell’indennità a favore dei lavoratori sportivi di cui agli articoli rispettivamente 85 e 98 del citato decreto Rilancio.

Restano tuttavia cumulabili queste indennità con Naspi e DIS-COLL nei periodi di fruizione ordinaria della disoccupazione secondo quanto stabilito con precedenti circolari dell’Istituto.

INPS chiarisce nella circolare in merito che, essendo riconosciuto d’ufficio il pagamento della proroga Naspi, l’Istituto invierà all’interessato una comunicazione con la quale verrà chiesto di manifestare la volontà di avvalersi entro il 31 luglio 2020, attraverso la trasmissione del modello NASpI-Com, della proroga.

L’importo del pagamento delle due mensilità di proroga Naspi e DIS-COLL è pari a quello dell’ultima mensilità spettante per la prestazione originaria.

Seguici su Google News.

Leggi anche: Cambiano i requisiti per il Bonus 800 Euro.

Cosa ne pensi?