×

INPS – Come fare se non si sono ricevuti i soldi del bonus da 600 euro

INPS, come fare se non si sono ricevuti i soldi

Quelle che stiamo vivendo sono senza dubbio settimane frenetiche e impegnative per l’Inps che sta gestendo milioni di richieste relative ai sussidi contenuti nel decreto Cura Italia.

Rientra nella gestione dell’ente previdenziale anche il bonus di 600 euro previsto per il mese di aprile per i titolari di partita Iva, i lavoratori autonomi e i liberi professionisti, a patto che questi ultimi non siano iscritti ad altre casse previdenziali.

Sulla base dei dati forniti dall’Inps, si è appreso che fino a ieri 21 aprile, l’ente ha in pagamento 3.452.050 indennità 600 euro previste dal Decreto “Cura Italia”.

Leggi anche: Regione Lazio, stanziato 600 Euro per i lavoratori.

Inps: bonus 600 euro, non ancora ricevuto da quasi 1 mln di persone

Per 32.919 domande è in via di correzione l’Iban comunicato in sede di richiesta, e per 958.000 è in corso l’istruttoria.

Come spiegato ieri dal presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, su un totale di 4,4 milioni di domande per il bonus da 600 euro, ne sono state pagate 3,5 milioni, evidenziando che queste sono prestazioni di cui si ha la certezza dell’Iban.

Quasi 1 milione di persone che hanno richiesto l’indennità sono ancora in attesa di conoscere l’esito della loro domanda e di conseguenza del relativo pagamento in caso di accettazione della stessa.

L’Inps ha fatto sapere che sul proprio sito si può consultare lo stato della propria domanda dal momento della richiesta sino alla liquidazione.

Respingerà circa 400mila domande. Ecco perchè

Nel corso dell’audizione in videoconferenza alla Camera dei Deputati, il presidente Tridico ha fatto sapere che circa 400mila domanda saranno respinte per mancanza di requisiti.

E’ il caso di coloro che lavorano nel mondo dello spettacolo, per i quali l’idoneità al bonus è riconosciuta solo se in presenza di almeno 30 giorni lavorativi nel 2019 nella gestione ex Enpals, ma molti lavoratori non ce li hanno.

Bonus 600 euro non arrivato su conto corrente: le possibile cause

La mancanza di requisiti è quindi uno dei motivi per cui in molti non hanno ricevuto l’accredito sul proprio conto corrente del bonus da 600 euro.

Questa però non è l’unica ragione e il più diffuso riguarda  l’errata comunicazione del proprio codice Iban, necessario per ricevere la somma spettante sul conto corrente.

Stando alle indicazioni dell’Inps, ben 250mila hanno fornito un Iban errato e bisogna verificare ora se per questi c’è stato un semplice errore di compilazione o se al contrario si tratta di codici fraudolenti.

Oltre all’Iban, l’utente potrebbe anche aver commesso errori di altro tipo che riguardino l’indicazione della categoria di appartenenza o qualsiasi altro dato sensibile che, in caso di inserimento errato, può aver mandato in tilt la procedura di verifica dell’Inps.

Cosa fare se la domanda contiene degli errori?

L’attuale sistema presente sul sito dell’ente previdenziale non offre la possibilità di modificare i dati già inseriti. Il presidente Tridico però ha assicurato che entro questa settimana sarà rilasciata la procedura che consentirà di apportare correzioni alla domanda.

Per l’utente sarà sufficiente accedere al servizio online tramite le sue credenziali e procedere alla rettifica dell’Iban o della categoria di appartenenza o di qualsiasi altro dato inserito in maniera sbagliata.

Seguici su Google News.

Leggi anche: Cambiano i requisiti per il bonus da 800 Euro.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: