Imu 2021 – Arrivano le esenzione per anziani? Ecco la situazione

La scadenza della prima rata Imu 2021 è fissata al 16 giugno. Ma per alcune categorie di contribuenti sono previste delle agevolazioni. Tra chi può ottenere esenzioni ci sono le persone anziane e disabili in case di riposo o istituti di cura. Alcune categorie di anziani possono usufruire dell’esenzione dal tributo, ma devono rispettare alcuni requisiti come essere soggetti a ricovero permanente o di lunga degenza in casa di riposo e non aver affittato a terzi. L’acquisto della casa è una delle spese maggiori che le famiglie italiane devono sostenere. A livello nazionale si evince che adesso sono necessarie 6,4 annualità di stipendio per comprare casa, in leggera diminuzione con quanto rilevato nel 2014 (6,6 annualità). E’ quanto risulta da un’indagine di Tecnocasa basata sul prezzo di un medio usato a Giugno 2015, e sulle retribuzioni contrattuali annue di cassa per dipendente (al netto dei dirigenti) a tempo pieno. Si è inoltre ipotizzato che il reddito fosse destinato interamente all’acquisto dell’abitazione. In realtà, l’esenzione dal pagamento del tributo relativo all’unità immobiliare è una possibilità concessa ai singoli comuni, perciò è sempre necessario rivolgersi al proprio municipio in sede di calcolo e assegnazione di competenza. Nel caso si sia in possesso di più immobili, l’esenzione può essere concessa esclusivamente per una sola unità immobiliare. La legge di Bilancio 2021 ha poi concesso un’agevolazione anche per i pensionati iscritti all’Aire. L’acquisto della casa è una delle spese maggiori che le famiglie italiane devono sostenere. A livello nazionale si evince che adesso sono necessarie 6,4 annualità di stipendio per comprare casa, in leggera diminuzione con quanto rilevato nel 2014 (6,6 annualità). E’ quanto risulta da un’indagine di Tecnocasa basata sul prezzo di un medio usato a Giugno 2015, e sulle retribuzioni contrattuali annue di cassa per dipendente (al netto dei dirigenti) a tempo pieno. Si è inoltre ipotizzato che il reddito fosse destinato interamente all’acquisto dell’abitazione, I pensionati residenti all’estero, proprietari di uno o più immobili in Italia, hanno diritto ad una riduzione del 50% dell’importo dovuto. I soggetti hanno diritto allo sconto sull’imposta, a condizione che l’immobile non sia né locato né concesso in comodato. A richiedere l’esenzione dal pagamento dell’Imu possono essere anche le persone con disabilità che vivono permanentemente in un centro di cura, che vi hanno la residenza o vi alloggiano per lunghi periodi. Le persone con disabilità, proprietarie di un immobile, devono quindi dimostrare che la loro residenza non è nell’abitazione per la quale si richiede l’esenzione dall’Imu. Inoltre l’immobile di proprietà del disabile non deve risultare oggetto di locazione a terzi, ossia non deve essere affittato a qualche inquilino. L’esenzione dall’Imu è concessa anche se l’immobile rientra tra gli alloggi sociali, a condizione che venga utilizzato come prima casa. Chi non rientra in queste categorie e quindi non ha diritto all’esenzione, dovrà provvedere a versare la prima rata dell’Imu mediante modello F24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *