Il Gladiator sbatte sul muro sardo: pari nello scontro diretto con il Budoni

Finisce in parità lo scontro diretto tra il Gladiator ed il Budoni. Davanti ad oltre 600 spettatori presenti allo stadio “Mario Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere, i nerazzurri non riescono a conquistare la vittoria: 0-0 è il punteggio finale. I ragazzi di Antonio Foglia Manzillo creano occasioni ma manca il guizzo vincente. Le due compagini restano a pari punti al sedicesimo posto e lotteranno per uscire dalla zona rossa. Da rimarcare la presenza di numerosi studenti delle scuole che hanno accolto l’invito della società.

 

PRIMO TEMPO. Vincere a tutti i costi: il Gladiator entra in campo con un unico obiettivo. E sin dal primo minuto prende in mano le redini del gioco. Castro, rientrato dopo l’infortunio, lascia partire una sventola che Marano devia in corner (7’). Break a centrocampo di Navas che lancia D’Anna: servizio per Onesto che estrae un tiro troppo morbido per impensierire il portiere avversario (13’). Il Budoni reagisce e spaventa i nerazzurri con un contropiede rapido. Imoh va in velocità, chiude il triangolo con Leveh e si trova tutto solo davanti a Marone: l’ex Sassari Latte Dolce allarga troppo il destro e grazia letteralmente i padroni di casa (15’). Le due compagini lottano su ogni pallone, consapevoli dell’importanza della posta in palio. Ancora pericolosi i sardi con Imoh che lancia in area Idoyaga: para a terra Marone (29’). Castro è l’elemento più pimpante del reparto avanzato sammaritano: al 35’ sfodera una punizione dai ventotto metri che sfiora l’incrocio dei pali di pochi centimetri. Si lotta per lo più a centrocampo, con le difese che si oppongono ad ogni tentativo: si torna così negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

 

SECONDO TEMPO. Gladiator vicino al vantaggio ad inizio ripresa. Strepitosa punizione di Visconti che colpisce l’incrocio dei pali dal limite (52’). Spavento al 61’ per un brutto colpo di Leveh ai danni di Marone in uscita: il portiere viene toccato duro in testa e palesa il suo dolore. Fortunatamente sospiro di sollievo con il portierone di Cetara che si ristabilisce grazie alle cure mediche. Rispetto alla prima frazione, il gioco è maggiormente spezzettato in virtù di varie interruzioni e delle sostituzioni. Con l’ingresso di Pizzutelli, Visconti ha licenza di inserirsi maggiormente in area. Il numero 30 scambia con D’Anna e poi calcia tra le braccia di Marano (74’). Passano due minuti ed ancora Visconti ci prova dal limite: la sfera finisce oltre la traversa (76’). Sospinti dal proprio pubblico, i sammaritani tentano maggiori sortite offensive con i nuovi innesti. Chance al 79’ per Mancini che si libera al tiro: Farris mura la conclusione. Nel finale i nerazzurri vanno all’assalto dell’area locale ma sbattono sull’arcigna retroguardia sarda. Tuttavia l’occasione migliore capita al Budoni, con Quintero che sfiora la beffa con un bolide in girata al 95’. Finisce con il punteggio di 0-0.

 

Tabellino: GLADIATOR-BUDONI = 0-0

 

GLADIATOR (3-5-2): Marone; Battistelli, Mansi, Finizio; Aruta (70’ Di Lorenzo), D’Anna, Visconti (81’ Staiano), Navas (67’ Pizzutelli), Onesto; Castro (93’ Castaldo), Messina (77’ Messina). In panchina: Campana, Panic, Ioio, Tarcinale. Allenatore: Antonio Foglia Manzillo

 

BUDONI (4-4-2): Marano; Mauriello, Farris, Casale (76’ Demoleon), Colazzilli; Idoyaga (71’ Lancioni), Basualdo (88’ Ortenzi), Barboza, Bammacaro; Leveh (68’ Quintero), Imoh (81’ Spano). In panchina: Ammirati, Desiato, Zoppi, Iodice. Allenatore: Mario Petrone

 

ARBITRO: Andrea Recupero della sezione di Lecce (assistenti: Matteo Siracusano di Sulmona e Stefano Carchesio di Lanciano)

 

NOTE: spettatori: Ammoniti: Aruta, Mansi, Mancini (G); Barboza, Leveh, Casale, Ortenzi (B). Angoli: 3-1. Recupero: 1 nel primo tempo; 7 nel secondo tempo

 

AREA COMUNICAZIONE

GLADIATOR 1924 S.S.D. A.R.L.

 

🖤💙 #𝙜𝙡𝙖𝙙𝙞𝙖𝙩𝙤𝙧 #𝙞𝙡𝙜𝙡𝙖𝙙𝙞𝙖𝙩𝙤𝙧𝙙𝙚𝙡𝙘𝙚𝙣𝙩𝙚𝙣𝙖𝙧𝙞𝙤 #𝙪𝙣𝙨𝙚𝙘𝙤𝙡𝙤𝙙𝙖𝙜𝙡𝙖𝙙𝙞𝙖𝙩𝙤𝙧𝙚

 

 

 

Autore