Gianluca Sambuca: “Tipster per passione. Vi spiego come gestire il budget. Ho tanti altri obiettivi da raggiungere”

Gianluca Sambuca: “Tipster per passione. Vi spiego come gestire il budget. Ho tanti altri obiettivi da raggiungere”

Gianluca Sambuca, tra i top tipster italiani, si racconta in esclusiva per TuttoMercato24. Dai progetti alla lotta contro la ludopatia. Questo quanto ci ha detto.
Gianluca raccontaci da dove nasce la tua passione per il betting? “La mia passione per il betting nasce 15 anni fa, un po’ come tutti gli adolescenti a cui piace il calcio , si inizia con le prime giocate il sabato e la domenica mandando qualcuno di famiglia a fare la giocata da 2/3 euro per poter seguire il turno di Serie A, poi ho iniziato ad andare a farle personalmente e ogni volta che arrivavo in sala, era iniziata a girare la voce che ero uno che vinceva e da li ogni volta che entravo nel punto scommesse mi ritrovavo magari decine di persone che mi chiedevano cosa giocassi etcetc! La situazione era diventata abbastanza pesante e quindi un bel giorno ho detto, mi apro una pagina che faccio prima e da li è nato Gianluca Sambuca”.

CLICCA QUA PER LO STREAMING GRATIS DEI MATCH DI SERIE A

Come è cambiato il mondo delle scommesse in questi anni e da dove partono le tue analisi ogni volta che dai una giocata? “Il mondo delle scommesse è cambiato tantissimo, quando io scommettevo le prime volte 15 anni fa si poteva giocare su pochissimi mercati 1X2 Gol/No Gol Under/Over, adesso si può scommettere su qualsiasi cosa, ma attenzione è un vantaggio o no? Dipende da quanto una mente sia in grado di gestirsi in 100 situazioni di giocata che si trovano ora rispetto alle 3/4 che c’erano prima , chiaramente è diventato molto più divertente. Il mio analizzare parte prima di tutto da una conoscenza di ogni singolo giocatore dei top campionati e di conseguenza delle squadre ! Io prima di guardare i numeri mi immagino quale possa essere il canovaccio tattico di una partita , situazione mentale delle squadre etcetc e dopo arrivo ai numeri veri e crudi per un pronostico, che deve essere l’insieme di tutte queste pre analisi. Chiaramente il fatto di avere questa conoscenza mi porta spesso in situazioni di vantaggio che sfrutto e faccio sfruttare a chi mi segue”.

Un argomento importante è quello riguardante la ludopatia. Tu sei un professionista che dà sempre indicazioni ai propri utenti sul volume di gioco da fare e sei in prima linea su questo. Quanto è fondamentale capire quanto è giusto puntare e quando è giusto fermarsi? “Non è importante è fondamentale. Io spiego sempre ai miei seguaci che bisogna sempre vedere da dove si è partiti e non dove si è arrivati , prendo un esempio un ragazzo parte da 50 euro simbolici per giocare e in un periodo arriva a 1000, poi arrivano due tre sconfitte e ritorna a 850, il discorso che fa nella sua mente è: devo recuperare, quando invece è in guadagno comunque di 800 rispetto alla base iniziale. Qua viene la distinzione tra giocatore solido ( pochi ) e non solido, il solido capisce il discorso uno, il secondo alza le puntate fino a sperperarsi tutto e di più. Purtroppo anche spiegandolo diverse volte risulta di difficile comprensione il discorso perché il giocatore è giocatore perché deve avere quel pizzico di brivido che lo differenzia da un investitore, e li che poi si crea la ludopatia”.

CLICCA QUA PER LO STREAMING GRATIS DI ROMA MILAN

Qual è l’obiettivo iniziale che si era prefissato Gianluca Sambuca e qual è quello raggiunto attualmente a livello professionale? “La verità, non avevo un obiettivo preciso quando sono partito ma sapevo che questa era una mia dote e che potevo sfruttarla fino in fondo! A 18 anni mi viene riscontrata questa malattia cronica dell’intestino mentre cercavo il mio primo lavoro da operaio in fabbrica. Probabilmente senza la malattia sarei andato a lavorare come operaio e non sarebbe mai nato Gianluca Sambuca! Sono stato bravo nel tempismo ma soprattutto nel portare nella gente la fiducia, che in questo mondo è tutto. Nel momento nel quale tu hai la fiducia del pubblico hai già vinto , ma questa va guadagnata e sudata giorno per giorno , perché sul web passi da essere eroe ad essere scarso nel giro di pochi giorni. Diciamo che io oltre ai risultati sono riuscito a farmi voler bene per la persona che sono , e a parte qualche piccolo haters ( che fa parte del gioco ), non ho mai vissuto e sofferto questa cattiveria da parte del pubblico. Ad oggi se mi chiedi se sono realizzato ti dico certamente di si perché sono arrivato dove sognavo di arrivare, ovvero nel top dei tipster italiani però ho ancora tanti obiettivi che sogno e voglio raggiungere. Diciamo per tranquillizzare il pubblico che la carriera di Gianluca non è ancora finita”.

Senti di ringraziare qualcuno in particolare? “In particolare nessuno ma perché non ho mai avuto scogli ne a livello famigliare ne a livello personale che hanno provato a bloccare quello che volevo fare, anzi hanno sempre visto con interesse tutto questo e continuano a farlo. Resto circondato e ben voluto da tutta la mia famiglia e dalla mia compagna con la quale convivo e da pochi pochissimi amici veri, perché come dico io un puzzle è composto da una cornice e da una parte centrale del disegno, e la cosa principale rimane la cornice, la base solida, il resto è solo un di più che prova ad aggregarsi a te perché forse non è riuscito a fare quello che sei riuscito a fare tu. Pochi ma buoni”.

CLICCA QUA PER LA DIRETTA LIVE DEI TOP CAMPIONATI

CLICCA QUA PER SEGUIRE TUTTE LE NEWS SUL CALCIO SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK 

Autore

Cosa ne pensi?