Serie C – Girone B: Pordenone ko, il Rimini fa il grande colpo in rimonta

Si gioca Pordenone-Rimini, valevole per la 23/a giornata del Girone B di Serie C. I Ramarri provano a continuare la propria marcia in solitaria in vetta alla classifica, partendo dalle tre vittorie di fila conquistate nelle ultime giornate, mentre i romagnoli, alla seconda con Martini in panchina, vanno a caccia di punti preziosi in ottica salvezza.

 

Risultato e marcatori in tempo reale

1-2

 

Pordenone (4-3-1-2):Bindi; Semenzato, Barison, Bassoli, De Agostini (69′ Frabotta); Gavazzi (60′ Ciurria), Burrai (82′ Misuraca), Bombagi; Berrettoni (71′ Rover); Candellone, Magnaghi (71′ Germinale). All.: Attilio Tesser
Rimini (3-5-2): Nava; Venturini, Ferrani, Nava; Petti (69′ Marchetti), Alimi (86′ Variola), Palma, Montanari, Guiebre; Arlotti (74′ Simoncelli), Volpe (86′ Buonaventura). All.: Marco Martini.
Marcatori: 22′ Berrettoni (P), 26′ Montanari (R), 55′ Arlotti (R)
Ammoniti: Semenzato, Misuraca (P); Petti, Volpe (R)
Espulsioni: All’88’, Bombagi (P) per grave fallo di gioco

LA CRONACA DELLE AZIONI SALIENTI – I primi minuti della sfida si mostrano piuttosto bloccati, con il Pordenone che prova a far girare il pallone senza riuscire a trovare particolari spazi con un Rimini ben messo in campo: ci prova De Agostini di testa sul tiro di Burrai, la palla finisce alta. Con il passare dei minuti, però, l’intensità di gioco dei Ramarri comincia a crescere visibilmente, mettendo in difficoltà la difesa ospite che, al 22′, deve arrendersi al gol: Gavazzi serve in mezzo Berrettoni, che calcia di prima intenzione trovando la deviazione decisiva di un difensore che fa impennare il pallone in rete. Ma per Tesser e i suoi non c’è nemmeno il tempo di festeggiare che i biancorossi trovano l’immediato pareggio: cross al centro per Montanari, che stacca con i tempi giusti e fulmina Bindi di testa. Una reazione che coglie di sorpresa il Pordenone, molto più impreciso nei minuti successivi, con la partita che diventa frizzante e imprevedibile. Nel finale, i padroni di casa tornano a controllare il pallino del gioco ma, proprio come nei primi minuti, non riescono più a sfondare l’ordinata linea ospite.

Nella ripresa, il Pordenone comincia subito a giocare con buona intensità, provando a cercare il gol del nuovo vantaggio: attento Nava prima sul tiro di Candellone e poi sul colpo di testa di Gavazzi. Ma il Rimini non si scompone affatto e così, al 55′, riesce addirittura a completare la clamorosa rimonta, confermando la propria ottima giornata: gran contropiede dei romagnoli e pallone al centro dell’area dove Montanari prolunga e serve Arlotti, caparbio nel colpire in girata superando così Bindi. Per gli uomini di Tesser parte così un vero e proprio assedio alla porta avversaria per provare a rimettere in equilibrio la gara: ci prova due volte Berrettoni, ma prima il suo tiro, dopo un ottimo stop, finisce a lato di poco, poi, da azione nata da calcio d’angolo, spedisce a lato, nonostante il tempo a disposizione per prendere la mira. I Ramarri spingono nel finale, aiutati anche dai cambi molto offensivi, mentre i ragazzi di Martini provano a limitare al massimo i rischi: grande occasione per Germinale, che raccoglie bene un cross di testa e mette a lato di poco. La difesa avversaria, tuttavia, continua a tenere e la frustrazione dei padroni di casa si fa sentire all’88’, quando Bombagi lascia i suoi in dieci uomini per un brutto intervento. E così, sul liscio clamoroso di Rover in piena area, terminano le speranze del Pordenone: terza sconfitta stagionale per i Ramarri, gran colpo per il Rimini, che si regala la prima vittoria dell’era Martini ed esce dalla zona play-out.

Cosa ne pensi?