Decreto Agosto – Ecco cosa prevede e le novità in arrivo nella manovra

Decreto Agosto – Ecco cosa prevede e le novità in arrivo nella manovra

In arrivo una nuova manovra estiva – il decreto agosto – con la quale il Governo intende prorogare le misure e gli ammortizzatori sociali per lavoratori e famiglie introdotti nei precedenti decreti dell’emergenza COVID-19. Tra queste spicca la proroga di:

  • cassa integrazione;
  • assegno di disoccupazione;
  • divieto di licenziamento;
  • pignoramenti e cartelle esattoriali.

All’emanazione del decreto agosto, manovra estiva dell’emergenza sanitaria, mancherebbero pochi giorni, questa dovrebbe essere la settimana decisiva.

Il Ministro Gualtieri in diverse occasioni ha annunciato che si tratterà di un provvedimento rivolto principalmente a lavoratori e famiglie, con diverse misure a sostegno dell’occupazione (bonus assunzioni) e la proroga di CIG e Naspi.

Per sostenere l’estensione degli ammortizzatori sociali è necessario un ulteriore scostamento di bilancio, stavolta di 25 miliardi euro: questa è la somma chiesta dal Governo sulla quale dovrà deliberare il Parlamento in settimana. Tuttavia la manovra è più facile a dirsi che a farsi: per approvare lo scostamento di bilancio occorre il voto a maggioranza qualificata e i numeri in Senato non sono confortanti.

Tra le novità di maggior rilievo della manovra spicca la proroga della cassa integrazione, per la quale si pensa ad una estensione per altre 18 settimane, ma sempre con il sistema attuale 9 settimane + 9.

La proroga però potrebbe non essere per tutti: sembra che il Governo voglia estendere la durata della CIG soltanto per le imprese che nei mesi scorsi hanno registrato un calo di fatturato superiore al 20% di quanto incassato nello stesso periodo lo scorso anno. C’è da aspettarsi inoltre il blocco dei licenziamenti fino alla fine dell’anno, che andrà di pari passo alla proroga della cassa integrazione.

Nel decreto agosto è prevista un’altra proroga delle pratiche di riscossione attiva: cartelle esattoriali e pignoramenti del Fisco potrebbero slittare ad autunno, forse a partire dal 1° novembre (mentre al momento la scadenza è fissata al 31 agosto 2020). Una manovra che interessa oltre 6 milioni di cartelle esattoriali sospese.

Grandi novità sul versante del lavoro: nel decreto agosto trovano spazio importanti misure a favore dell’occupazione, soprattutto giovanile. Sembra che il Governo voglia introdurre sgravi fiscali al 100% sulla contribuzione per i neoassunti così da sollevare il dato occupazionale.

Lo sgravio fiscale dovrebbe avere la durata di 6 mesi o poco più: per questo lasso di tempo il datore non dovrà versare i contributi previdenziali all’INPS relativi al lavoratore appena assunto. Per chi in questi mesi ha perso il lavoro, invece, spunta la proroga dell’assegno di disoccupazione, che probabilmente verrà esteso per altri 2 mesi rispetto alla scadenza originariamente prevista.

Il decreto agosto potrebbe anche contenere anche la proroga del bonus 600 euro destinato ai due settori maggiormente colpiti dal coronavirus: i lavoratori dello spettacolo e del turismo. La notizia arriva dal Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ma non è stata ancora confermata.

Nella manovra estiva si prospetta quasi certamente la rateizzazione dei versamenti, delle ritenute fiscali e contributive di marzo, aprile e maggio 2020.
Secondo indiscrezioni, la rateizzazione dei pagamenti potrebbe estendersi per i prossimi 2 anni, ma non è ancora chiaro se questa misura si accompagnerà anche ad una proroga ulteriore delle scadenze fiscali.

Tra le diverse misure in discussione c’è anche la proroga della moratoria sui mutui che ad oggi ammonta a circa 290 miliardi di euro. Molte famiglie sono ancora in difficoltà economiche a causa delle crisi occupazionale e del calo dei fatturati di aziende e attività commerciali, per questo la proroga sembrerebbe plausibile.

Seguici su Google News.

Leggi anche: Cambiano i requisiti per il Bonus 800 Euro.

Cosa ne pensi?