Congedo parentale straordinario, ufficiale l’estensione: ecco fino a quando dura

Ufficializzato l’emendamento previsto nel dl Rilancio poi approvato dalla Commissione Bilancio della Camera, ha avuto definitivamente il via in queste ore all’estensione dal 31 luglio al 31 agosto 2020 del periodo di congedo parentale straordinario (che inizia dal 5 marzo) che possono richiedere i genitori di bambini fino a un massimo di 12 anni che siano dipendenti di ditte private.

Tale congedo è attivo dallo scorso 5 marzo, ovvero la data di avvio delle misure di contenimento per la diffusione del Covid-19 e con la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Si tratta di un congedo speciale INPS, aggiunto a quello ordinario, di 15 giorni per chi ha figli fino ai 12 anni di età. Spetta per 30 giorni e può essere utilizzato, anche non in maniera continua, fino al 31 agosto 2020.

ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

LEGGI ANCHE – Il Congedo Parentale è compatibile con il Bonus Autonomi?

L’indennizzo per ogni genitore è pari al 50% della retribuzione di riferimento con relativa contribuzione figurativa. In realtà, un congedo spetta anche per i genitori di figli con età compresa tra 12 e 16 anni, ma in questo caso non è prevista l’erogazione della relativa indennità economica né il riconoscimento della contribuzione figurativa utile a fini pensionistici. In questo caso, per il datore di lavoro è vietato procedere al licenziamento del genitore assente con garanzia di mantenimento del posto di lavoro.
Il medesimo congedo è previsto in favore di genitori anche affidatari con figli sino a 12 anni (l’età, invece, non conta nei casi di disabilità gravi, iscrizione a scuole di ogni ordine e grado o ospitati in centri diurni assistenziali) che sono lavoratori iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inps con riconoscimento di un’indennità giornaliera del 50% di 1/365 del reddito utilizzato nel calcolo dell’indennità di maternità e sono autonomi con iscrizione all’Inps con riconoscimento di un’indennità giornaliera pari al 50% della retribuzione convenzionale giornaliera stabilita annualmente dalla legge.

Insomma, la grande novità riguarda la durata del congedo, che passa a 30 giorni e la fruizione, oggi possibile fino al perdurare dello stop delle lezioni, arriverà fino al 31 luglio 2020. Viene ancora confermata la fruizione del congedo in via alternativa a uno solo dei genitori per nucleo familiare, a condizione che in famiglia non vi sia altro genitore beneficiario di altri sostegni al reddito come cassa integrazione, o disoccupato o non lavoratore.

La domanda di congedo parentale straordinario deve essere formula ta attraverso il sito dell’INPS, in via telematica.

Cosa ne pensi?