Bonus 1000 Euro – Alcuni potrebbero restare senza soldi

Bonus 1000 Euro – Alcuni potrebbero restare senza soldi

Nel dettaglio, chi ha chiesto ed ha ottenuto il bonus 600 euro marzo 2020 ha avuto il vantaggio, per lo stesso importo, di incassare pure l’indennità di aprile del 2020 senza dover ripresentare domanda. Per il bonus 1000 euro maggio 2020, invece, torna la trafila burocratica in quanto bisogna dimostrare che nel bimestre marzo-aprile 2020, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, la riduzione dei ricavi o dei compensi è stata maggiore della percentuale pari al 33%.

E questo chiaramente taglia fuori tantissimi lavoratori autonomi, partite Iva e collaboratori unitamente a tutti i professionisti che sono iscritti non all’Inps, ma alle casse previdenziali private.

Per quel che riguarda invece i lavoratori stagionali, per percepire il bonus 1000 euro mese di maggio del 2020 occorre rispettare il requisito dell’interruzione involontaria del rapporto di lavoro nel periodo che va dall’1 gennaio del 2019 al 17 marzo del 2020.

Per i collaboratori Co.Co.Co., invece, bisogna rispettare non solo il requisito della cessazione del rapporto di collaborazione non oltre la data di pubblicazione e di entrata in vigore del Decreto Rilancio, ma pure l’iscrizione in via esclusiva alla gestione separata dell’Inps.

Seguici su Google News.

Leggi anche: Cambiano i requisiti per il Bonus 800 Euro.

Cosa ne pensi?