Atalanta News, Gosens: “Felice di essere qui, ma amo lo Schalke”

Atalanta, parla Gosens

Parla l’esterno dell’Atalanta Gosens. Ecco le parole, rilasciate ai microfoni di Bergamo Tv:

Il tuo gol di ieri?
“Ho controllato con il sinistro, poi ho calciato senza pensarci. Noi stiamo lavorando tanto su queste cose, quando è mancato Zapata abbiamo lavorato su altre cose anziché crossare dal fondo. Ora si vede che ho migliorato il destro, prima serviva solo per stare in piedi”.

La tua evoluzione?
“La fascia sinistra è tutta la mia, ho qualche libertà in più. Sto lavorando tanto, ho iniziato tardi da professionista: so che devo fare molto di più per raggiunfere il livello”.

Dopo lo Shakhtar si è acceso qualcosa?
“Ovviamente la partita è stata una soddisfazione enorme, dà qualcosa in più. Sapevamo di avere la qualità per mettere in difficoltà tutti, si vede in campo”.

Cosa le ha chiesto in più Gasperini?
“Non è un ruolo facile, serve sempre un po’ di tempo per far bene. Il mister chiede tanto dagli esterni, ma è frutto di lavoro. È un modo di crescere, sono contento di stare così bene”.

L’evoluzione passa anche da Gomez?
“Ho maggiore personalità anche perché sento la fiducia di Gasperini. Sono titolare, questo è importante. Lo scorso anno avevo paura di sbagliare, ora vado perché so che posso farlo. Questo cambia davvero tanto”.

Su chi fate la corsa?
“La Lazio sta facendo una cosa incredibile, anche loro lottano per l’Europa. La Roma, con quella rosa, deve puntare alla Champions League”.

La Champions toglie energie?
“Le vittorie hanno dato un’energia positiva. È stancante, ma a me ha dato energie in più”.

Vuole chiudere la carriera allo Schalke?
“Non mi è passata la voglia di giocare allo Schalke e in Bundesliga. Se mi vogliono io vado, è la mia squadra. L’ho sempre detto, non lo dico solo adesso”.

Gasperini?
“È un complimento importante, stiamo facendo quello che chiede il mister: ma è importante non abbassare i ritmi e fare di meno”.

Cosa pensa dell’Inter?
“Sarà una sfida tra le due squadre che corrono di più. Hanno una rosa fortissima anche senza Barella e Skriniar, sono in grande forma fisica. Sarà una partita attesissima”.

Quale attaccante dell’Inter temi di più?
“Sono forti tutti e due, Lukaku è difficilissimo da marcare mentre Martinez si muove molto. Stanno facendo cose straordinarie, sarà una bella sfida. La nostra difesa sta bene, vedremo come andrà. Abbiamo giocato a San Siro la Champions, siamo abituati a giocare su quel campo. Candreva sta facendo bene”.

Seguici su Google News.

Leggi anche: Inter, venti milioni per arrivare a Eriksen.

Cosa ne pensi?