Coppa Italia Serie D – Paura Nardò, ma ai rigori il Casarano è piegato

Si gioca alle 18:30 il match dei preliminari di Coppa Italia di Serie D tra Nardò e Casarano.

3-3
(7-6 D.C.R.)

Nardò: Mirarco; Frisenda (90’+4′ Botrugno), Stranieri, Danucci, Aquaro, Centonze, Avantaggiato, Mengoli, Camara (90′ Vecchio), Calemme, Cancelli. All.: Foglia Manzillo
Casarano: Morabito; Girasole (79′ Ielo), Lobjanidze, Daiello, Occhiuto (65′ Morleo), Versienti, Rescio (65′ Cappilli), Foggia (65′ Olcese), Tiscione, Russo (87′ Mincica). All.: Manca
Reti: 4′ Foggia (C), 20′ Camara (N), 49′ Mengoli (N), 64′ Aquaro (N), 86′ Tiscione (C), 90’+2′ Tiscione (C). Rigori: Danucci (N) gol, Tiscione (C) gol, Centonze (N) parato, Morleo (C) gol, Luciani (N) gol, Olcese (C) parato, Aquaro (N) gol, Mincica (C) gol, Calemme (N) gol, Giacomarro (C) parato
Ammoniti: Cancelli (N); D’Aiello, Russo, Tiscione (C)

LA CRONACA DEI MOMENTI SALIENTI – Pronti, via e il Casarano si ritrova subito in vantaggio: sulla punizione di Russo, Foggia si smarca e mette il piede, trovando la deviazione decisiva per battere Mirarco. Un gol che sveglia subito il Nardò, che dopo nemmeno un minuto sfiora il pareggio con Avvantaggiato, che mette alto da ottima posizione. Ma al 20′, i padroni di casa pareggiano: fa tutto Camara, che prima recupera palla sulla trequarti, poi si lancia in area e da qui batte Morabito, firmando l’1-1. Il Casarano prova a rispondere subito con una bella punizione di Tiscione, che termina di poco fuori: il primo tempo finisce in parità.

Nella ripresa, il Nardò si getta subito in avanti e, dopo appena 4′, completa la rimonta: sulla punizione di Cancelli, sbuca Mengoli, che di testa brucia Morabito e firma il 2-1. Prova a rispondere subito il Casarano con Tiscione (para Mirarco), mentre Camara spreca in contropiede calciando alto. Al 64′, i padroni di casa calano il tris: sull’angolo di Calemme, Aquaro svetta di testa, sorprendendo ancora la difesa ospite. La gara sembra saldamente nelle mani dei granata, che sfiorano il poker a più riprese: prima ci prova Cancelli dai 20 metri, con il pallone a lato di poco, mentre Camara colpisce la traversa. Ma, nel finale, il Casarano si risveglia all’improvviso e nell’arco di pochi minuti riesce clamorosamente a riprendere la partita: è strepitoso di Tiscione, che va a segno due volte, prima con uno splendido tiro da fuori area e poi direttamente da calcio di punizione. Raggiunto il 3-3, Foglia Manzillo viene espulso per le troppe proteste e la gara va così ai calci di rigore.

Dagli undici metri, è decisivo l’errore di Giacomaror, che si vede parare il tiro da Mirarco: il Nardò passa il turno.

Cosa ne pensi?