Serie D – Sassari Latte Dolce, Udassi: “Importante ragionare, sarà una bella gara”

Il Sassari Latte Dolce si prepara ad affrontare i suoi primi, storici playoff di Serie D, con i sardi che affronteranno domenica il Trastevere. Una gara delicata, che arriva al termine di una stagione che ha visto i ragazzi di Udassi ritrovarsi tra le protagoniste del campionato a sorpresa.

Queste le parole del mister Udassi rilasciate ai canali ufficiali:

“La squadra nel suo insieme è molto concentrata sul momento e sul prossimo impegno. C’è molto entusiasmo. I giocatori vogliono godersi a pieno questo momento, frutto del lavoro di una stagione intera. E se lo stanno godendo proprio impegnandosi al massimo durante tutta la settimana di allenamenti, perché per questi ragazzi l’essere arrivati quarti e aver conquistato un posto nei playoff è risultato ottenuto sul campo, con fatica e dedizione, con entusiasmo e passione. Questi ragazzi sono consapevoli di ciò che sono e di ciò che stanno vivendo. Questo gruppo ha acquisito una grande consapevolezza dei suoi mezzi, sotto l’aspetto tecnico, tattico e fisico: loro sono pronti ad affrontare la semifinale playoff, ma senza sbandierare alcun proclama di vittoria e nel massimo rispetto dell’avversario.”

“Se la giocheranno, certo, perché partite come questa non hanno bisogno di sollecitazioni sotto l’aspetto motivazionale. Il gruppo ha già tutte le motivazioni che servono, tutti sanno che è una partita importante e sanno anche che abbiamo un solo risultato a disposizione. Queste sono le condizioni. La gara andrà affrontata con la giusta determinazione, con coraggio, personalità e razionalità: sarà fondamentale fare funzionare la testa. Incontriamo il Trastevere, una squadra importante con tante individualità di livello per la categoria. Hanno fatto un buon campionato e sono convinto che per come solitamente interpretano le partite e il calcio, non si metteranno semplicemente a gestire la gara.”

“Credo sarà proprio questa la traccia del match: non credo il Trastevere si limiterà a gestire i due risultati su tre a disposizione, a loro piace giocare a calcio e vorranno comunque imporre il loro gioco. Poi starà a noi imporre loro il nostro. Sarà una bella partita di calcio. Indubbio che la posta in palio inizia ad essere abbastanza alta: aspetto fondamentale, ripeto, sarà tenere sempre la testa ben collegata al resto”.

Cosa ne pensi?