Serie D – Girone C: il Trento frena il Montebelluna, finisce 0-0

Si gioca Montebelluna-Trento gara valida per la 31/a giornata del Girone C di Serie D. Dopo una difficile settimana segnata dalla scomparsa improvvisa del proprio presidente, i veneti ripartono dalle quattro vittorie di fila ottenute nelle ultime giornate per provare a scavalcare temporaneamente la Virtus Bolzano in zona playoff, mentre i gialloblù di Bodo, nonostante l’ultimo posto in classifica, cercano di sfruttare l’entusiasmo della vittoria contro il St. Georgen per riavvicinarsi almeno alla zona playout, distante 5 punti.

 

0-0

 

 

 

Montebelluna (4-4-2): Milan; Spagnol, Gasparini, Guzzo, Del Colle; Bonaldi (67′ Carniato), Pellegrini, Nchama, Zago (81′ Barbon); Franceschini, Mortaro (81′ Abrefah). All.: Feltrin
Trento (4-3-1-2): Barosi; Zucchini (90’+1′ Panariello), Carella, Sabato, Mureno; Furlan, Paoli, Trevisan; Bonazzi (70′ Baronio); Bosio (64′ Cristofoli), Petrilli. All.: Bodo
Arbitro: Agostoni di Milano.
Marcatori: 
Ammoniti: Nchama (M); Petrilli, Trevisan (T)

LA CRONACA DELLE AZIONI SALIENTI – Comincia subito bene il Montebelluna, che dopo pochi minuti si ritrova due occasioni clamorose per passare in vantaggio: Franceschini viene lanciato davanti al portiere, ma Milan è decisivo nel chiudergli la porta, mentre Bonaldi, sulla ribattuta, calcia dai limiti dell’area mettendo a lato di un soffio. Gara che resta di dominio dei padroni di casa: al 13′, decisivo intervento di Carella ad anticipare Mortaro nell’area piccola sull’assist dalla destra di Bonaldi. Con il passare dei minuti, però, il controllo della squadra di Feltrin si esaurisce e il Trento comincia a uscire: prima ci prova Mureno, lanciato in verticale da Petrilli, ma sul suo diagonale si supera Milan con un bell’intervento, con Trevisan che sulla ribattuta al centro dell’area calcia fuori. Ma l’occasione più clamorosa per i gialloblù arriva alla metà del primo tempo, quando Agostoni fischia un rigore per un fallo di mano di un difensore del Montebelluna sul colpo di testa di Zucchini: ma dagli undici metri, Milan salva i suoi respingendo il tiro di Bosio. Nonostante l’errore, gli uomini di Bodo continuano a provarci: alla mezz’ora, Paoli si accentra e calcia di potenza, pallone oltre la traversa; poco dopo, sulla punizione di Mureno, Bosio non riesce a dare la giusta forza al suo colpo di testa, permettendo a Milan di bloccare. Nel finale torna a farsi vedere il Montebelluna: da calcio d’angolo, Guzzo riesce a colpire di testa e, anche grazie a una deviazione, il pallone esce a lato di un soffio. Il primo tempo termina 0-0.

Ritmi leggermente più bassi nella ripresa, sebbene la gara resti complessivamente equilibrata: per il Trento ci prova Bosio con una deviazione in tuffo sul cross di Bonazzi, pallone sul fondo; mentre poco dopo ci prova dal limite Franceschini, senza però creare problemi al portiere ospite. A 20′ dalla fine, ci prova Mureno da punizione dai venti metri, blocca Milan centralmente. Con il passare dei minuti, però, gli errori da parte di entrambe le squadre cominciano a diventare parecchi, con il gioco che si concentra principalmente a centrocampo. La miglior occasione capita però al Montebelluna: su bel contropiede, Carniato mette un traversone in mezzo all’area dalla destra, ma Barosi è decisivo nell’anticipare in extremis Mortaro; poco dopo ci prova Franceschini in diagonale, ma il tiro è impreciso. Nel finale, i padroni di casa cominciano a spingere con maggior insistenza alla ricerca del gol, con i gialloblù che si abbassano per poi colpire in contropiede. Ma il risultato non si sblocca: finisce 0-0 tra Montebelluna e Trento.

LEGGI ANCHE: CAMPODARSEGO-BELLUNO

Cosa ne pensi?