Coppa Italia Serie D – Doppio Florian manda il Matelica in finale, fuori il Mantova tra le proteste

Si gioca Matelica-Mantova, gara valida per il ritorno delle semifinali della Coppa Italia di Serie D. Si riparte dall’1-1 dell’andata, con la sfida che vede affrontarsi due “big” dei rispettivi gironi: i marchigiani sono al momento secondi nel Girone F, a due punti dal Cesena capolista, mentre i lombardi guidano il Girone B in un vero e proprio scontro diretto contro il Como.

 

2-1

 

 

 

Matelica (4-2-3-1): Avella 6.5; Visconti (88′ Arapi), Cuccato 6, De Santis 6, Riccio 6; Pignat 6.5, Lo Sicco (79′ Favo sv); Angelilli 6, Margarita 6.5 (79′ Dorato), Bugaro 6.5; Florian (88′ Demoleon sv). All.: Tiozzo
Mantova (4-3-3): Brazinskas 5.5; Tosi 5.5 (79′ Riccò), Aldrovandi 6, Bertozzini 6.5 (70′ Guglielmelli 6), De Santis 5; Varano 5.5, Cuffa 5.5 (57′ Antrogiovanni 5.5), Cherubin (76′ Ekuban sv); Alma 6.5, Ferrari 6.5, Yeboah (70′ Scotto 6). All.: Morgia
Marcatori: 23′ rig. Florian (MTL), 34′ Ferrari (MNT), 68′ rig. Florian (MTL)
Ammoniti: De Santis (MTL); De Santis, Brazinskas, Varano (MNT)
Espulsioni: De Santis (MNT) per somma di ammonizioni
Arbitro: Bertini di Lucca.

 

CRONACA DELLE AZIONI SALIENTI – Pronti, via ed è il Mantova a lanciarsi subito all’assalto dell’area avversaria, costringendo il Matelica a rifugiarsi sin dai primi minuti: Yeboah serve bene Alma, che prova il pallonetto ma si vede deviare il tiro oltre la traversa da Avella; poi, qualche secondo più tardi, ci provano Ferrari e Alma, ma i loro tentativi vengono respinti rispettivamente da un difensore e ancora dal portiere. Superato l’inizio forsennato degli ospiti, però, la gara si riequilibra, diventando a tratti molto spezzettata, ma con gli uomini di Tiozzo che cominciano a prendere campo, fino a sfiorare clamorosamente il gol al 20′: dalla punizione sulla trequarti di Margarita, Pignat sbuca dalla mischia e calcia, ma il pallone sbatte sul palo. Ma è soltanto un avviso che anticipa di qualche minuto il vantaggio di casa: Bertozzini perde un pallone velenoso, con Margarita che si invola verso la porta, ma viene steso da Brazinskas in piena area. E dagli undici metri, resta freddo Florian, che sigla così l’1-0 Matelica. Gli uomini di Morgia provano a reagire, pur non riuscendo a trovare grandi occasioni, mentre i padroni di casa cercano di approfittare di qualche spazio in più (decisivo l’intervento di Bertozzini a chiudere sul colpo a botta sicura di Lo Sicco). Ma è proprio in contropiede che, a 10′ dalla fine, il Mantova riesce a trovare il pareggio: gran cavalcata di Alma, bravo a servire in mezzo Yeboah che vede salvare il suo tiro in maniera miracolosa da Avella, ma sulla ribattuta il portiere di casa nulla può sul tap-in di Ferrari. La gara torna così equilibrata, ma gli ospiti sprecano anche l’occasione per il raddoppio: Yeboah s’incespica provando la soluzione personale ai limiti dell’area, ignorando De Santis tutto solo e pronto per andare a colpire in rete. Il primo tempo termina così 1-1.

La gara si presenta subito equilibrata agli inizi della ripresa: ci prova Pignat, sul servizio di testa di Florian, ma la botta rasoterra viene bloccata da Brazinskas. Ma la migliore occasione è di marca Mantova, che al 55′ va ancora vicino al gol: Ferrari vede Avella fuori dai pali e prova a sorprenderlo con un perfetto pallonetto da centrocampo, ma il pallone sbatte contro il palo. La gara resta complessivamente equilibrata ed entrambe le squadre sfiorano la rete potenzialmente decisiva: a 30′ dalla fine, bel cross di Bugaro dalla sinistra per Angelilli, che sbuca sul secondo palo ma al volo mette alto da buona posizione. Ma al 67′ arriva una nuova svolta nella gara: in barriera, Cherubin tocca il pallone con le mani pur con le braccia piuttosto attaccate al corpo, ma l’arbitro decide di assegnare il secondo rigore in favore dei padroni di casa. Dal dischetto, non sbaglia nemmeno stavolta Florian, che sigla la doppietta personale. La reazione del Mantova stavolta è rabbiosa, lanciandosi subito in avanti per ritrovare il risultato di parità: ci prova Guglielmelli dai 20 metri, pallone che finisce fuori non di molto, mentre Alma si vede ribattere il tiro da buona posizione. Ma all’83’, arriva una nuova tegola per i ragazzi di Morgia, che restano in dieci uomini per l’espulsione di De Santis, autore di un secondo intervento da giallo. Con la forza della disperazione, gli ospiti non smettono comunque di provarci nel finale: Ekuban mette un pallone in mezzo per Ferrari, che viene anticipato in qualche modo da Cuccato, con il pallone che rischia di finire direttamente in porta. Nel finale, la stanchezza comincia a farsi sentire e per il Mantova non c’è più nulla da fare: vince il Matelica, che conquista la finale di Coppa Italia Serie D contro la vincente di Messina-Real Giulianova.

LEGGI ANCHE: Troina-Rotonda
LEGGI ANCHE: Messina-Real Giulianova

Cosa ne pensi?