Serie C – Girone B: il Fano torna a vincere, Celli piega il Teramo

In programma alle ore 20:30 la sfida tra Fano e Teramo, valida per la 26/a giornata del Girone B di Serie C. Scontro importante in chiave playout e salvezza; padroni di casa senza vittorie da quattro turni, ospiti reduci dal successo sul Rimini.

 

1-0

 

 

Alma Juventus Fano (3-5-2): Voltolini 6; Sosa 7, Celli 7, Magli 6.5; Vitturini 6, Tascone 6, Filippini 6.5 (73′ Ndiaye 6), Lulli 6 (86′ Selasi sv), Liviero 7; Scardina 5, Ferrante 6All.: Massimo Epifani 7.
Teramo (3-5-2): Gomis 6; Polak 6, Caidi 6, Fiordaliso 5.5 (85′ Cappa sv); Spighi 5.5 (85′ Ventola sv), Persia 5.5, Proietti 5.5, Giorgi 5 (73′ De Grazia 5.5), Armeno 5.5; Sparacello 5 (60′ Barbuti 5), Infantino 5. All.: Agenore Maurizi 5.
Marcatori: 40′ Celli
Ammoniti: Lulli (F); Spighi (T)
Arbitro: Alessandro Di Graci di Como.

 

CRONACA DELLE AZIONI SALIENTI – È il Fano a cominciare meglio la gara, mantenendo il possesso palla, seppur a ritmi blandi, e tentando anche qualche timida sortita offensiva, mentre gli ospiti provano a rendersi pericolosi solo a fiammate: per i padroni di casa, sulla punizione di Liviero, sfiora il gol Magli che, però, non riesce a trasformare di testa a pochi passi dalla porta. Con il passare dei minuti, il Teramo riequilibra decisamente la sfida, tentando qualche manovra interessante, ma di occasioni, in realtà, se ne vedono ben poche, con le difese che riescono a chiudere facilmente gli attacchi avversari. Ma al 40′, improvvisamente, la gara si sblocca in favore dei ragazzi di Epifani: bella punizione di Liviero che, con un cross ben tagliato, trova la testa di Celli, bravo a svettare su tutti e a freddare Gomis. Un episodio chiave che permette al Fano di chiudere in vantaggio i primi 45′.

La ripresa si apre ancora una volta con un Fano deciso a controllare il pallino di gioco, concedendo il minimo agli attacchi degli ospiti, con Sparacello e Infantino spesso raddoppiati dai difensori di casa: gli uomini di Epifani sfiorano il gol ancora con Celli, sempre su assist da punizione di Liviero, ma stavolta il pallone finisce a lato di poco. Le difficoltà offensiva del Teramo sono evidenti, nonostante l’ingresso anche di Barbuti, e la gara fatica a regalare nuove emozioni: anzi, sono i padroni di casa a provarci ancora, ma il il diagonale di Filippini finisce soltanto sull’esterno della rete. Gli uomini di Maurizi provano a spingere timidamente nel finale, ma la difesa di casa riesce a chiudere senza troppi problemi, difendendo il risultato fino al triplice fischio: prezioso ritorno alla vittoria per il Fano in ottica salvezza, che sale a quota 27 punti e aggancia in classifica proprio il Teramo.

Commenta anche tu!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: